Kalat Nissa Film Festival. Ugo Gregoretti inaugura la prima serata. Premio alle eccellenze nissene.

4024

Ugo Gregoretti taglia il nastro per l'inaugurazione del Kalat 2014“Mi sarebbe piaciuto che ci fosse stato più pubblico ma forse, vista la concomitanza con la processione di San Michele, la gente ha preferito non perdere l’evento religioso”.

Ha esordito così Rosaria Renna – un po’ delusa – appena entrata in palcoscenico nella 1ª serata del 4° Kalat Nissa Film Festival inaugurata dal maestro Ugo Gregoretti  all’auditorium “G.Bufalino” del Liceo Scientifico. “Ringrazio, comunque, tutti i presenti per avere scelto di venire qui”.

È stata quindi la Corale polifonica Don Milani, diretta dal maestro Rosario Randazzo,  ad aprire la parentesi dello spettacolo legato all’evento. Tutti in piedi ad ascoltare l’inno di Mameli – primo dei due brani eseguiti e grandi applausi a dimostrazione del fatto che, tutto sommato, non si è perduto lo spirito patriottico.

Con la preziosa collaborazione di Adriana Tuzzeo per i collegamenti dalla platea e per la presentazione della giuria tecnica, presieduta dal regista Maurizio Amici, è cominciata così la 4ª edizione del festival internazionale del cortometraggio che vede in nomination 22 corti, scelti fra i 328 pervenuti da tutto il mondo, di cui tre già premiati dalla presidenza del Laboratorio dei sogni.

Intervista a Rosaria Renna presentatrice della prima serata

 

Diciannove, quindi, i corti che saranno valutati dalla giuria di cui fanno parte oltre al presidente Amici, Mariaano Sabatini, Michele Sità,  Fiore De Rienzo e Adriana Tuzzeo e Rosaria Renna si contendono il palcoscenicoMaurizio Gianotti che, al momento della presentazione della giuria, non era ancora arrivato.

Pregevole l’esibizione della danzatrice Angela Castellano nei tre numeri eseguiti, che hanno trasportato il pubblico, con la fantasia, in Medio Oriente mentre ha emozionato e, per molti versi  fatto riflettere, il documentario realizzato dal cap. Rosario Rapisarda e dal Maresciallo  Vincenzo Puma,  appartenenti al Comando della Guardia di Finanza di Caltanissetta. Documentario che ha messo a nudo la problematica dell’immigrazione verso i nostri territori e i rischi che si corrono nell’attraversare il Canale di Sicilia. È stato il Comandante provinciale della GdF, Pier Luigi Sozzo a salire sul palcoscenico ad illustrare il motivo di questo impegno. Sul palcoscenico anche alcuni personaggi nisseni che hanno portato nel mondo il nome della nostra città. I premiati dall’assessore alla cultura Laura Zurli, sono Salvatore Torregrossa per le “Arti Marziali”, Salvatore Amorelli per la costruzione di pipe pregiate donate anche – a suo tempo –  al presidente USA Bill Clinton ed al Papa Giovanni Paolo II°.

Intervista al ricercatore dr Eduardo Cumbo

Rosaria Renna al suo arricoParticolare attenzione è stata prestata al neurologo dr. Eduardo Cumbo per le sue ricerche nel campo delle malattie neurologiche, come l’alzheimer. “Al dr Eduardo Cumbo che studiando e lavorando alacremente con amore e dedizione al senso del dovere – ha detto Laura Zurli leggendo la motivazione del riconoscimento assegnato al ricercatore nisseno –  va il più sentito grazie da parte del sindaco dr Campisi, da parte di tutta l’amministrazione e mio personale per la ricerca medica e farmacologica  nel campo delle malattie neuro-degenerative, delle demenze, dell’epilessia e dell’alzheimer”.

Incontri con gli studenti sono previsti nella mattinata di venerdì presso il  Liceo Scientifico con il maestro Gregoretti, con Michele Sità al Mottura, Mariano Sabatini  e Fiore De Rienzo all’Istituto M.Rapisardi.

Adriana Tuzzeo, collegamenti dalla plateaVenerdi alle 20,30 la seconda serata che vedrà, dopo l’intervista di Roberto Giacobbo al maestro Gregoretti,  la proiezione di altri 16 corti suddivisi in due tranches e intervallati dalla esibizione di Debora Di Pietra, Francesco Nicolosi, Sergio Vespertino e del corpo di ballo della scuola di danza Tersicore di Olga Giliberto. A presentare la serata, Adriana Tuzzeo con la collaborazione in platea  – così almeno si dice – di Laura Abaleo organizzatrice con Fernando Barbieri della Kermesse cinematografica.

 

 

Nota della Redazione: a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery – per farne uso pubblico – ricordiamo che la legge impone di citare la fonte e, quindi, nel caso specifico “Radio cl1″

 

Commenta su Facebook