KALAT NISSA FILM FESTIVAL. "Due Piedi Sinistri" di Isabella Salvetti vince la V edizione.

2297

DSC_4290“Per aver descritto con linguaggio popolare come l’handicap fisico possa diventare irrilevante rispetto ad una diversa fede calcistica”: con questa motivazione la giuria del Kalat Nissa Film Festival, composta da Maurizio Amici (presidente), Maria Concetta Mattei, Susanna Piferi, Mariano Sabatini e Michele Sità, ha decretato vincitore della V edizione il cortometraggio di Isabella Salvetti “Due piedi sinistri”.
A ritirare l’ambita Antenna d’Oro,  realizzata su disegno esclusivo della ditta Bellia di Riesi, è stato il produttore Andrea D’Addario.
Intervista al direttore artistico Roberto Giacobbo

Intervista ad Annalisa Insardà

Anche la giuria studenti, formata da Leonardo e Antonio Bonifacio, Francesco Pio Guarneri, Simone Ferrara, Riccardo Galanti e Alessio Limuti, ha scelto il lavoro di Isabella Salvetti come miglior corto. Molti i premi consegnati nella serata finale.
Per la categoria IO DIVERSO DA CHI: “Blinder Passagier” di Maria Brendle. Ha ritirato il premio il direttore della fotografia Luca Maria Concetta Mattei - Rai 2 (2)Zuberbuhler.
Per la categoria TEMA LIBERO: “Nuvola” di Giulio Mastromauro. Ha ritirato il premio l’attore protagonista Mimmo Cuticchio.
Per la categoria ANIMAZIONE: “La valigia” di Pierpaolo Paganelli.
Per la categoria DOCUMENTARIO: “In cerca di un amico” di Karma Gava.
Per la categoria CORTO STRANIERO: “Anòmalo” di Aitor Gutierrez.
Tra i premi tecnici.
Miglior SCENEGGIATURA: “Happy Birthday” di Massimo Terranova: Ha ritirato il premio l’attore co-protagonista Rosario Petix.
Miglior COLONNA SONORA: “Non puoi nasconderti” di Andrea Olindo Bizzarri e Oreste Capoccia. Ha ritirato il premio il regista e il compositore Giovanni Puliafito.
Miglior ATTORE: Francesco Apolloni per la sua interpretazione in “Punto di Vista” di Matteo Petrelli.
Miglior FOTOGRAFIA: “Lothar” di Luca Zuberbuhler. Ha ritirato il premio il regista e il direttore della fotografia Valentino Vigniti.
Tra le menzioni speciali della giuria: “Gaiwan” di Elia Moutamid e “Miedo” di Carlos De Antonio De La Pena.
La menzione speciale Laboratorio dei Sogni è andata a “Una storia barbara” di Daniele Massa, con soggetto di Sara Favarò.
Il prestigioso riconoscimento “Alta qualità sonora” del GTCS (Gruppo Tematico per la Cinematografia Sonora) è stato consegnato al regista di “Lothar”, Luca Zuberbuhler, per mano del dott. Fabio Felici.
DSC_3533Nell’ultima giornata, tanti gli appuntamenti che si sono susseguiti. Nella sede del Cefpas, in L'attrice Annalisa Insardà (6)collaborazione con l’associazione Familiari Alzheimer, si è svolto il workshop con Enzo Simone, testimonial del Progetto Ambasciatore “10 Mountains in 10 Years”, che ha presentato per la prima volta in Sicilia l’emozionante documentario “10 montagne in 10 anni”, prodotto da Jennifer Yee, con la partecipazione del conduttore televisivo Leeza Gibbons, dell’attrice Anne Hathaway e con le musiche di Bruce Springteen. A seguire Roberto Giacobbo, direttore artistico del Kalat, ha tenuto un interessante incontro sul vulcano Etna.
Spazio anche al gusto, in Corso Umberto, con degustazioni di prodotti tipici del Maestro Pasticciere Lillo Defraia e Davide Scancarello di “Tentazioni e sapori”.
La serata di gala è stata condotta da Rosaria Renna e Roberto Giacobbo. Straordinarie le perfomances di Angelo Del Vecchio e Giovanni Mattaliano. Sergio Vespertino, una delle maschere comiche più care al pubblico siciliano, è riuscito a travolgere il pubblico con la sua dirompente simpatia.
DSC_4239Marcello Perracchio, il dott. Pasquano nella serie televisiva “Il commissario Montalbano”, ha ricevuto una targa dal questore di Caltanissetta, Bruno Megale. Quest’ultimo, ha avuto a sua volta due riconoscimenti dal sindaco Giovanni Ruvolo e da Maria Grazia Milli, dirigente della sezione della Polizia Stradale di Caltanissetta e vice Questore aggiunto, e da Fernando Barbieri, presidente del Laboratorio dei Sogni. Sul palco anche il presidente del Vespa Club di Caltanissetta, Cav. Giuseppe Middione, al quale è stato consegnato un trofeo ricordo.
Molto coinvolgente l’interpretazione dell’attrice Annalisa Insardà che si è esibita in un monologo dal titolo “Fierezza e vergogna”.
Si chiude il sipario sulla kermesse dedicata al cortometraggio internazionale, organizzata dall’associazione cinematografica e culturale “Laboratorio dei Sogni” con il patrocinio del comune di Caltanissetta, della Polizia di Stato-Questura di Caltanissetta e del Cefpas (Centro per la formazione permanente e l’aggiornamento del personale del servizio sanitario).
Appuntamento alla prossima edizione del Kalat Nissa Film Festival!
 In calce all’articolo tutte le foto
 
TUTTI I PREMI DELLA V EDIZIONE
ANTENNA D’ORO
Due Piedi Sinistri di Isabella Salvetti
CATEGORIA IO DIVERSO DA CHI
Blinder Passagier di Maria Brendle
CATEGORIA TEMA LIBERO
Nuvola di Giulio Mastromauro
CATEGORIA ANIMAZIONE
La valigia di Pierpaolo Paganelli
CATEGORIA DOCUMENTARIO
In cerca di un amico di Karma Gava
CATEGORIA CORTO STRANIERO
Anòmalo di Aitor Gutierrez
Premi tecnici
SCENEGGIATURA
Happy Birthday di Massimo Terranova
COLONNA SONORA
Non puoi nasconderti di Andrea Olindo Bizzarri e Oreste Capoccia
MIGLIOR INTERPRETAZIONE
Francesco Apollini, attore protagonista in Punto di vista di Matteo Petrelli
MONTAGGIO
All your favourite show di Benjamin Wiessner
FOTOGRAFIA
Lothar di Luca Zuberbuhler
REGIA
Acabo de tener un sueno di Javier Navarro
MENZIONE SPECIALE GIURIA
Gaiwan di Elia Moutamid
MENZIONE SPECIALE GIURIA
Miedo di Carlos De Antonio De La Pena
MENZIONE SPECIALE GIURIA
The Whirlwind-Rostov di Ivan Sidelnikov e  Vyacheslav Mureshkin
MENZIONE SPECIALE GIURIA
Con la bocca cerrada di Anna Farre
MENZIONE SPECIALE GIURIA
Mano a mano di Ignacio Tatay
MENZIONE SPECIALE GIURIA
40 Aniversario di J. Enrique Sanchez
MENZIONE SPECIALE GIURIA
In ritardo di Franz Laganà
PREMIO ALTA QUALITA’ SONORA GTCS
Lothar di Luca Zuberbuhler
MENZIONE SPECIALE LABORATORIO DEI SOGNI
Una storia barbara di Daniele Massa  – Soggetto di Sara Favarò
CORTO SCOLASTICO
La sfida estrema di Max Croci – Istituto Cinematografico Antonioni di Milano
PREMIO GIURIA STUDENTI
Due Piedi Sinistri di Isabella Salvetti
 
Nota della Redazione:
a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery seguente, per farne uso pubblico, ricordiamo di citare la fonte “Radio Cl1″                                                                              
Cliccare sulle foto per ingrandirle
 

Commenta su Facebook