Kalat Nissa Film Festival 2015: 51 cortometraggi in lizza per la nomination. Dal 2 al 4 luglio la kermesse cinematografica

1013

(Riceviamo e pubblichiamo). Che il lavoro sarebbe stato non facile si percepiva sin dall’inizio: ben 383 corti giunti per la V edizione del Kalat Nissa Film Festival provenienti da 34 paesi.
Al numero elevatissimo di lavori pervenuti si è aggiunta anche un’altissima qualità.
Un impegno arduo per l’Associazione Culturale-Cinematografica “Laboratorio dei Sogni”, presieduta da Fernando Barbieri, che organizza la kermesse, incaricata di svolgere la prima fase della selezione.
Tra i temi trattati, quelli più gettonati sono stati il femminicidio, il razzismo e i falsi invalidi. Nella categoria “corti stranieri”, la guerra e la crisi sono stati gli argomenti principali. Molto pregnanti i cortometraggi presentati per la sezione “io diverso da chi”.
I lavori che approdano alla seconda selezione sono 51 –  di cui 25 italiani – e saranno ora valutati dalla giuria tecnica che sceglierà i corti  per le nomination e, solo questi ultimi, verranno proiettati nelle serate del festival del 2-3-4 Luglio al teatro Margherita.
I cortometraggi in nomination saranno resi pubblici entro il 30 Maggio.
Nei prossimi giorni verrà comunicato il vincitore della categoria scuole e la menzione speciale del “Laboratorio dei sogni”.
La giuria tecnica, che decreterà i vincitori finali, è composta dal regista e autore televisivo,  Maurizio Amici (presidente); dalla giornalista RAI, Maria Concetta Mattei; dalla adattatrice e autrice cinematografica, Susanna Piferi; dal giornalista e critico televisivo Mariano Sabatini;   dal docente di Storia del Cinema e Cultura Italiana all’Università Cattolica di Budapest, Michele Sità.
Il direttore artistico del Kalat Nissa Film Festival è Roberto Giacobbo, mentre il presidente Onorario è il Maestro Ugo Gregoretti.
 
 I CORTI SELEZIONATI
 
 
 
 

Commenta su Facebook