Jobs Act, i diversi aspetti della nuova legge sul lavoro, analizzati dall'Ordine dei consulenti.

2159

La presidente dell'Ordine rag. Rosalia Lo BruttoSi è tenuto Venerdì 20 Marzo, presso la sede dell’Ordine dei Consulenti del lavoro, un convegno volto ad analizzare, alla presenza di esperti del settore, le problematiche correlate alla nuova legge sul lavoro entrata in vigore il 1° marzo scorso.
Molte le novità e molte anche le perplessità. Costituirà davvero, la nuova legge, una spinta al mercato del lavoro? Certo gli sgravi contributivi per tre anni dall’assunzione sono un incentivo ma il licenziamento più facile rimane un nodo da sciogliere e non lascia, ovviamente, tutti contenti. Si può verificare, infatti, che all’interno della stessa Azienda si configurino due trattamenti diversi a seconda della data di assunzione: gli assunti prima dell’entrata in vigore della nuova legge continueranno ad essere protetti contro il licenziamento illegittimo mentre i nuovi assunti potranno essere licenziati contro la corresponsione di un indennizzo da calcolare. E anche quest’ultimo aspetto presta il fianco a dei dubbi che dovranno essere chiariti. La base di calcolo per stabilire l’indennizzo prima era costituita dalla “retribuzione globale di fatto”, ora si parla di “retribuzione di riferimento per il calcolo del trattamento di fine rapporto”.
Intervista al Consulente del lavoro rag. Angelo Vitale 

Intervista alla Presidente dell’Ordine rag. Rosalia Lo Brutto

Intervista al Giudice del lavoro d.ssa Francesca Mancuso

Dopo l’introduzione della presidente Lo Brutto, ha parlato il giudice del lavoro d.ssa Angela La Torre che ha trattato le varie forme contrattuali previste nel decreto Poletti.
Ha preso poi la parola il rag. Angelo Vitale che ha intrattenuto i presenti sul “Contratto a tutele crescenti e d esonero contributivo”. Quindi è Il rag. Angelo Vitale durante il suo interventostata la volta dell’avv. Giuseppe Marino noto Giuslavorista nisseno che ha parlato di “Crisi del rapporto e licenziamento” mentre il dr Vittorio La Placa, Giudice del Tribunale di Enna, ha parlato delle “problematiche sul rito del lavoro”.
Illuminante anche l’intervento della d.ssa Ivana Francesca Mancuso, Giudice del lavoro presso il Tribunale di Caltanissetta, che ha trattato il delicato argomento della costituzionalità della nuova legge.
Infine, con la sua relazione di sintesi,  ha concluso i lavori il dr Roberto Cosio, Presidente regionale AGI Sicilia.

 

Commenta su Facebook