Italia Nostra conferma l’assoluta contrarietà al ddl sui beni culturali in Sicilia

54

Dunque, nonostante tutto, il presidente della Commissione Cultura, Formazione e Lavoro dell’Ars Luca, Rosario, Luigi Sammartino ha deciso di andare avanti come una ruspa. Stiamo parlando del DDL 698-500. Un disegno di legge che, di fatto, andrebbe a squinternare le politiche di gestione e dei beni culturali e ambientali siciliani. Un DDL incostituzionale e comunque assai pericoloso, che ha avuto il voto favorevole in Commissione, fregandosene della montagna di critiche ricevute, fregandosene delle tante, autorevoli firme e delle molteplici prese di posizione del mondo della cultura e dell’associazionismo regionale e nazionale. Un ddl che ignora anni di lavoro delicato e complesso e le ingenti risorse economico-finanziarie che sono state necessarie per normare, tutelare e valorizzare il territorio isolano tramite i piani paeasaggistici.

Pertanto, Italia Nostra conferma l’assoluta contrarietà a questo nefasto ddl che esprime soltanto una brutale, esclusiva volontà di gestione dello specialissimo territorio regionale, invitando, ancora una volta, i deputati dell’Assemblea Regionale Siciliana a non votarlo.

Ebe Giacometti, Presidente nazionale di Italia Nostra

Leandro Janni, Presidente regionale di Italia Nostra Sicilia

Commenta su Facebook