Istruzione. I 150 anni del Liceo Classico "Ruggero Settimo". "Fucina di intellettuali"

435

Quest’anno ricorre il 150° anniversario del Liceo Classico “Ruggero Settimo”, istituzione statale che risale al 1 marzo 1863, creata per sostituire il Liceo Gesuitico che era stato dal 1809 l’unica scuola superiore operante a Caltanissetta.

La scuola è stata in questi 150 anni fucina dove si sono formati gli intellettuali (Luigi Russo, per fare un nome), hanno insegnato docenti di grande spessore che hanno segnato la vita di questa nostra città. Per questo il dirigente scolastico Vito Parisi, nell’avviare le molteplici attività che segneranno le celebrazioni per il cento-cinquantenario, vuole invitare la cittadinanza tutta ad un momento di approfondimento su “La figura di Ruggero Settimo”, che si terrà nell’Aula Magna del Liceo (ora Classico e Linguistico), Mercoledì 11 Dicembre 2013 alle ore 16:30.

Dopo un indirizzo di saluto dell’assessore comunale all’Istruzione e alla Cultura Laura Zurli, interverranno la professoressa Fiorella Falci, insegnante di Storia e Filosofia del Liceo e Claudio Torrisi, direttore dell’Archivio di Stato di Palermo. Ruggero Settimo fu un politico liberale, ufficiale della marina borbonica e ministro (fra il 1812 e il 1814) del Regno delle Due Sicilie. Ritiratosi a vita privata ritornò all’attività politica come protagonista nei moti antiborbonici del 1848 e, dopo un lungo esilio, divenne presidente del Senato nel 1861. La sua vita di “padre della patria siciliana” sarà ampiamente illustrata agli studenti e a coloro che vorranno ricordare l’impegno e la grandezza di un uomo che non ha esitato a mettere in pericolo la propria carriera e la propria vita per il bene della nostra isola.

Commenta su Facebook