"Ipocrisia e falso moralismo". CL Protagonista dice "basta business immigrazione"

1343

“Basta con il business dell’immigrazione, Basta con l’ignavia di chi ci governa, Basta con l’ipocrisia e il finto moralismo”. Così in un comunicato che riceviamo e pubblichiamo si esprime Caltanissetta Protagonista.
“Non possiamo solo noi ospitare migliaia di profughi alziamo tutti la voce. Siamo stanchi!”, sui legge nella nota che lancia un invito: “manifesta con noi il tuo sdegno e firma le nostre proposte”
“Caltanissetta Protagonista, condanna e lo farà sempre, tutti quegli esseri spregevoli e miserabili che speculano sul fenomeno dell’immigrazione ma altrettanto farà con chi in maniera ipocrita si riempie la bocca di mielosi affermazioni di tolleranza facendo in realtà sfoggio di falso moralismo.
Impegniamoci tutti nel rivendicare i nostri diritti”.
“Diciamo basta ad un numero di migranti esagerato e incontrollato, ospiti sempre più irrispettosi di noi e di casa nostra”.
“Difendiamo la nostra città avanzando proposte di buon senso.
Proponiamo

  • Verifiche immediate di tutte le strutture e di tutti gli atti relativi al fenomeno immigrazione a Caltanissetta da parte della Commissione Regionale Antimafia.
  • Che il Consiglio Territoriale dell’Immigrazione, fino ad ora fantasma, funzioni realmente, che vi facciano parte i consiglieri comunali di opposizione e svolga vera attività di controllo; quindi si verifichi continuamente il numero di presenze nelle tre strutture site a Pian del Lago (CDA- CARA- CIE).
  • La costituzione di un coordinamento di tutti i deputati regionali e nazionali della Provincia di Caltanissetta che in modo permanente si impegni a portare avanti tutte le proposte e le istanze avanzate dagli organi istituzionali.
  • La richiesta ufficiale immediata da parte del Sindaco e dell’intero Consiglio Comunale al Prefetto, da girare al Ministro degli Interni Alfano, dell’integrazione delle forze dell’ordine attraverso l’esercito di un numero di almeno 150 unità (50 per turno) che presidino il territorio.
  • L’abbattimento delle tasse locali per gli immobili della zona di Pian del Lago.

Il blocco del cambio di destinazione d’uso di strutture pubbliche e private di qualsiasi natura in centri di accoglienza e assistenza sociale.

  • La verifica dell’agibilità, della destinazione d’uso e delle condizioni igienico sanitarie negli immobile che ospitano i migranti in attesa di permesso di soggiorno.
  • L’apertura di almeno un centro di prima accoglienza per ogni provincia in tutto il territorio italiano (nel nord Italia ne esistono solo alcuni con circa 20 presenze medie!!!!)”.

Caltanissetta Protagonista

Commenta su Facebook