“Insieme per l’Autismo”, Casa Famiglia Rosetta organizza due incontri

274

L’Associazione “Casa Famiglia Rosetta”, da sempre vicina alla tematica dell’autismo, ha avviato negli anni numerosi corsi di formazione ed eventi per lo studio e la sensibilizzazione sul tema. Quest’anno in occasione della giornata mondiale per la consapevolezza dell’Autismo organizzerà l’evento dal titolo “Insieme per l’Autismo”. Martedì 26 e mercoledì 27 marzo, si terranno due incontri per testimoniare ancora una volta l’impegno e la vicinanza dell’Associazione relativamente al tema dell’autismo.

Martedì, 26 marzo, saranno coinvolti i bambini e i loro familiari nella realizzazione di una estemporanea di creatività presso il Centro di Riabilitazione “Villa S. Giuseppe”.

I piccoli che, nell’organizzazione del servizio offerto loro, sono già impegnati due volte la settimana in un lavoro di gruppo, per l’occasione, vedranno anche la presenza dei loro genitori in un momento di condivisione guidato dall’equipe.

Mercoledì, giorno 27, presso la Sala della Biblioteca in c.da Bagno alle ore 16,00, si svolgerà la Tavola Rotonda dal titolo “Il bambino nei diversi contesti di vita: Famiglia, Scuola, Equipe Riabilitativa” per sottolineare l’importanza della sinergia tra le realtà di vita della persona con autismo e con l’obiettivo di “fare sinergia” attorno ad essa.

Insieme all’équipe del Centro “Villa S. Giuseppe” che si occupa del servizio, costituita dalle diverse professionalità, interverranno il Prof. Umberto Nizzoli, psicologo psicoterapeuta, supervisore scientifico ACFR, la Dott.ssa Bernardina Ginevra, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “L. Radice”, la Prof.ssa Maria Grazia Pignataro, presidente dell’Associazione ISPEDD. Moderatore dell’incontro sarà la Dott.ssa Bianca Maria Giunta, neuropsichiatra infantile e Direttore Sanitario del Centro di Riabilitazione neuropsicomotoria “Villa San Giuseppe”.

A conclusione dell’evento si coglierà l’occasione per l’inaugurazione dell’AREA AUTISMO che vedrà anche la posa di quanto realizzato insieme nel corso dell’estemporanea.

Commenta su Facebook