Inquinamento presunto a Lago Soprano. Caltaqua esclude collegamenti con lavori sulla rete fognaria

471

Caltaqua intende fare chiarezza alla luce di quanto apparso nei giorni scorsi sui media in relazione a presunti episodi di inquinamento delle acque del Lago Soprano. Nessuna relazione esiste tra lasserita contaminazione alla quale si fa riferimento negli articoli in questione, e i lavori di miglioramento della funzionalità della rete fognaria di Serradifalco effettuati lungo la Strada Provinciale 220”. Lo afferma  la società che gestisce il servizio idrico in una nota.

L’azione di monitoraggio assicurata da Caltaqua sulle condizioni della rete è sistematica e viene svolta con continuità. I lavori recentemente eseguiti lungo la Strada Provinciale 220, nel territorio di Serradifalco, sono stati autonomamente attivati dal gestore dopo che le costanti azioni di controllo avevano evidenziato una riduzione della portata del collettore. Un sintomo” di un possibile malfunzionamento che ha consentito ai tecnici e alle squadre aziendali di intervenire e risolvere la criticità».

Caltaqua rammenta inoltre, sempre in relazione a segnalati casi di sversamento di acque reflue nel bacino del Lago Soprano, che già il 19 gennaio scorso, successivamente alla diffusione di alcune notizie in tal senso, aveva immediatamente effettuato dei prelievi in corrispondenza di due rivolidi acque che dai pressi del sollevamento fognario andavano a riversarsi nel lago, al fine di sottoporli ad analisi e verificare leventuale presenza di traccianti tipici della fognatura. Anche in quella circostanza i risultati emersi da due campioni analizzati hanno portato a escludere la presenza di tracce evidenti di contaminazione tipica fognaria.

Ad ogni buon conto, mentre si resta per altro ancora in attesa di conoscere i risultati delle analisi che le competenti strutture dellARPA hanno effettuato la scorsa settimana, Caltaqua ribadisce la massima disponibilità a reiterare i controlli effettuati, laddove fosse necessario, e a mettere in campo gli interventi che si dovessero rendere utili. Al tempo stesso Caltaqua auspica che lazione di collaborazione con le Amministrazioni locali possa ulteriormente progredire con un sempre più intenso e virtuoso dialogoche, alloccorrenza, possa consentire interventi ancora più tempestivi nellinteresse del territorio.

Commenta su Facebook