Inner Wheel per i bambini autistici. Al Margherita poesia, danza e musica incantano il pubblico.

2107

Nobile finalità, quella dello spettacolo organizzato al Teatro Margherita, martedì 5 gennaio, dal Club Service Inner Wheel di Caltanissetta, alla presenza dell’assessore alla Creatività e Cultura Marina Castiglione. Teatro pieno e atmosfera di coinvolgimento hanno accolto i numerosi artisti che si sono esibiti contribuendo, oltre che con la gratuità della loro prestazione, anche con la gioia di farlo.

Gaetano Terlizzi e Giusy Montante
Gaetano Terlizzi e Giusy Montante

Presente alla serata, oltre ai rappresentanti di alcune Associazioni di volontariato,  il dr Gaetano Terlizzi, presidente dell’Associazione “Progetto di Vita” cui è stato devoluto l’incasso perché venga utilizzato per migliorare la qualità di vita dei bambini e ragazzi autistici ospitati nella struttura di contrada Roccella.

Saluti di rito, quindi, da parte di Giusy Montante presidente dell’Inner Wheel, di Gaetano Terlizzi e dell’assessore Marina Castiglione. A introdurre lo spettacolo l’operatrice dell’Associazione Denise Lombardo, co-presentatrice dello spettacolo assieme a Valerio Cammarata, che ha spiegato in breve qual è l’attività che si svolge all’interno della struttura, descrivendola come un posto magico “dentro il quale i bambini si rifugiano”.

Intervista alla presidente Inner Wheel, Giusy Montante

Poesia, danza e musica, i tre punti di riferimento dello spettacolo. A dare il la alla serata, la poetessa e scrittrice Giovanna Mulè accompagnata, nella prima performance dal titolo “Per sempre”, dalla ballerina Carlotta Cupani, allieva del corso avanzato della Scuola di danza Tersicore di Olga Giliberto.

Intervista al presidente di Progetto di Vita, Gaetano Terlizzi

A seguire, accompagnata al piano da Sofia Albano, altre poesie tra le quali “A mia madre” che Giovanna Mulè ha voluto dedicare a Olga Giliberto nel 3° anniversario della scomparsa della mamma della maestra.

Intervista alla poetessa Giovanna Mulè

Consegna del gagliardetto a Marina Castiglione
Consegna del gagliardetto a Marina Castiglione

Un momento di emozione e di commozione cui ha fatto seguito uno straordinario “passo a due” eseguito dal ballerino Dennis Vizzini e dalla

Carlotta Cupani e Dennis Vizzini
Carlotta Cupani e Dennis Vizzini

ballerina Carlotta Cupani.

Corre l’obbligo di far meglio conoscere Dennis Vizzini, ex allievo di Olga Giliberto, oggi allievo della Scuola di danza dell’Opera di Roma, dotato di grandissimo talento al punto di essere già in grado di eseguire, da solista, produzioni impegnative come “Lo schiaccianoci”, “Don Chisciotte”, “Sogno di una notte di mezza estate”, “Nozze di Figaro” e “Carmen”. Inoltre, lo scorso ottobre, è stato scelto dal grande ballerino Vladimir Vasiliev per rappresentare la Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma, quindi l’Italia,  all’Expo di Milano.

Con passione, talento, classe ed eleganza si connota Carlotta Cupani, allieva di Olga Giliberto,  giovane ballerina con la danza nel sangue. Ha cominciato a fare danza a tre anni e non ha più smesso. “Meditazione” di Massenet il nome della performance magistralmente eseguita dai due giovani e talentuosi ballerini. Lasciato il palcoscenico salutati dai meritati applausi, ecco entrare il corpo di ballo al completo per esibirsi in “Un tuffo nel passato”, balli neoclassici ispirati ai grandi film del passato come – tanto per citarne qualcuno – “Cantando sotto la pioggia”, “Tu vo fa l’americano”, “ La stangata” e tanti altri.

Intervista alla maestra di danza Olga Giliberto

Olga Giliberto e Giovanna Mulè (1)
Olga Giliberto e Giovanna Mulè

Ma ecco entrare in scena il poliedrico musicista cantante Corrado Sillitti, attesissimo ospite che il pubblico ha ormai imparato ad apprezzare. Raggiunta la notorietà con la partecipazione e la vittoria al famoso Talent “La Botola”, in cui suonava il piano con le mani dietro la schiena – performance che ha ripetuto davanti al pubblico di casa –  il giovane musicista, nonché cantante, è in grado di suonare con estrema disinvoltura, il sassofono, la chitarra, la fisarmonica, il piano, il mandolino e il basso elettrico.

Dopo le  numerose performances, eseguite anche scendendo in platea, tra il pubblico che ama essere coinvolto, Corrado Sillitti ha voluto dare prova della sua abilità di cantante, esibendosi in un brano che ha reso famoso il terzetto di tenori, “Il Volo”, dal titolo “Grande amore”. Infine, tutti gli artisti sul palcoscenico per cantare, con Corrado al piano, il mitico brano “Volare” sempre capace di infondere entusiasmo e buonumore.

Intervista a Corrado Sillitti

Intervista ai presentatori Valerio Cammarata e Denise Lombardo

Parlavamo, in apertura dell’articolo, della gratuità delle prestazioni degli artisti ai quali, in circostanze simili, bastano gli applausi. Ma Corrado Sillitti, che non ha potuto né voluto nascondere l’emozione e la gioia,  ha avuto di più: il pubblico del teatro in piedi a tributargli un lungo e meritato applauso, vero e ambito compenso per qualsiasi artista.

Intervista alla ballerina Giorgia Gibella

Soddisfatti organizzatori, partners e sponsors per una serata svoltasi all’insegna della generosità e del divertimento.

 

FOTOGALLERY

Nota della Redazione:

a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery seguente, per farne uso pubblico, ricordiamo di citare la fonte “Radio Cl1″                                                                              

Cliccare sulle foto per ingrandirle e salvarle

 

 

Commenta su Facebook