Inizia la Scuola, studenti pendolari lasciati a piedi. La Sais non predispone corse dedicate a causa dei tagli

695

PendolariVenerdì 14 settembre il giorno dell’inizio della scuola con i consueti disagi al traffico veicolare nel capoluogo nisseno. Lunghe code si sono verificate all’ingresso della città in prossimità di via Due Fontane e via Leone XIII e in prossimità degli istituti scolastici. Ma i maggiori disagi li hanno subiti gli studenti pendolari che dai paesi dell’Hinterland si dovevano recare a scuola a Caltanissetta. Quest’anno, al contrario degli altri anni, infatti, la società del trasporto pubblico non ha istituito le corse dedicate agli studenti, ovvero autobus ad orari utili per raggiungere la scuola in tempo per l’inizio delle lezioni. Da Serradifalco sono venute a mancare ben tre corse che l’anno scorso venivano utilizzate dagli studenti che a decine sono invece rimasti a piedi, costretti a chiamare i genitori per raggiungere il capoluogo. Un disagio pesante dal momento che la Sais non avrebbe intenzione di istituire le corse neanche nel prosieguo dell’anno scolastico a causa dei tagli da parte della Regione. Come è noto la Regione siciliana ha tagliato del 20% il contributo per le società del trasporto pubblico locale ed altresì bloccato i pagamenti dovuti per quest’anno a data da destinarsi.

Commenta su Facebook