“Ingegnere” come Marzorati, nisseno nelle radici. Ruben Zugno approda in serie A nel roster Cantù

1357

Il giovane playmaker  nisseno Ruben Zugno, brianzolo d’adozione poiché da quattro anni vive già a Cantù dove ha giocato nelle giovanili, sarà il decimo giocatore nel roster della Serie A della Pallacanestro Cantù. Zugno, nato a Caltanissetta il 20 marzo 1996, si è trasferito a 15 anni a Cantù per giocare nel settore giovanile biancoblu, raggiungendo una Finale Nazionale Under 17 (venendo incluso nel miglior quintetto della manifestazione) e due Finali Nazionali Under 19.

ruben-zugno.jpgGiuseppe Zugno, suo padre, è un militante del basket nisseno, dove ha scritto importanti pagine da giocatore e poi come allenatore di squadre giovanili e non solo. Sua l’impresa, da allenatore, della serie C raggiunta dall’Invicta Caltanissetta, poi confluita nella stagione successiva nella 93100, con soli giovani locali.

“Credo che la decisione – commenta il direttore sportivo della Pallacanestro Cantù, Daniele Della Fiori – di inserire nel roster della Serie A un prospetto cresciuto nel nostro vivaio sia non solo un riconoscimento all’ottimo lavoro svolto dal PGC, ma anche un segnale importante in ottica futura”.

Ruben Zugno è anche uno studente universitario di ingegneria civile e ambientale e coniuga il basket a livello professionistico con lo studio accademico. Proprio per la facoltà scelta, ingegneria, viene soprannominato “l’ingegnere”, appellativo che a Cantù (santuario del basket italiano) era stato riservato a Pierluigi Marzorati, l’ingegnere volante, play maker indimenticato della pallacanestro Cantù e della nazionale.

Commenta su Facebook