Infrastrutture, Falcone: «Nuovo cda allo Iacp di Caltanissetta, prosegue sostegno a politiche abitative»

L’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, ha partecipato oggi all’insediamento del nuovo consiglio di amministrazione dell’Istituto autonomo case popolari della provincia di Caltanissetta. «Dopo ben dodici anni di fase commissariale, ripristiniamo, come negli altri istituti, l’organo di vertice dell’Iacp di Caltanissetta, un ente solido dal punto di vista finanziario e non solo – ha detto l’assessore –  In questi anni abbiamo dato il massimo sostegno possibile alle politiche abitative in Sicilia e al destino degli Iacp, per garantire stabilità istituzionale e ingenti risorse da spendere sull’efficienza dei servizi e sul recupero del patrimonio abitativo dell’ente».

«La pianificazione attuata dal governo Musumeci trova oggi nel Pnrr una nuova chiave di volta per dare seguito alle aspettative su costruzione, manutenzione e rigenerazione di alloggi e complessi di proprietà Iacp – continua Falcone – Per gli enti delle nove province è già possibile accedere alle opportunità finanziarie, come il bando da oltre 233 milioni per la riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica, ma serve capacità di performance ed efficienza da parte dell’Istituto, su tempi e progettualità».

All’insediamento del cda il presidente Michelangelo Agrò e i componenti, Angelo Assennato e Pietro Milano. Fra i presenti, il deputato Michele Mancuso, il commissario uscente Claudio Cortese e il direttore generale, Antonio Mameli. «Ci insediamo alla guida di un Istituto fra i più virtuosi di Sicilia, sentiamo la grande attenzione che il governo Musumeci ci riserva e le alte aspettative sulle iniziative che metteremo in campo. Daremo priorità alle strategie di rafforzamento del personale e alle azioni per l’efficiente spesa dei fondi per la ripresa che stanno già arrivando in Sicilia», ha dichiarato la nuova governance.

L’assessore Falcone ha poi visitato due dei cantieri Iacp  in corso nella città di Caltanissetta: l’intervento di risanamento dei quartieri storici Pegni Stazzone e Provvidenza, per un finanziamento di 2 milioni di euro, che prevede la costruzione di nove alloggi e l’opera di manutenzione straordinaria, del valore di circa 800mila euro, per rimodernare duecento servizi nei cento alloggi di via Cinnirella e via Pio La Torre.

Commenta su Facebook