Indipendente e libera, la consulta dei Giovani in Forum. Piattaforma consegnata al Sindaco

2161

Una sede e l’impegno a utilizzare diversi spazi pubblici da dare in gestione alle associazioni.

Questo l’impegno assunto dall’assessore alla cultura e vicesindaco di Caltanissetta, Marina Castiglione, all’incontro conclusivo della due giorni “Giovani in forum”, organizzata da Rete Giovani, Future Dem e Giovani delle Acli.

I locali individuati per la consulta giovanile, di prossima istituzione, potrebbero dunque essere quelli della ex scuola media Capuana in via Re D’Italia, in particolare l’auditorium.

Ad organizzare l’assise, Giovanni Bunoni, Danilo Napoli e Giuseppe Sollami, insieme a un gruppo motivato di giovani.

La due giorni ha prodotto un documento d’indirizzo verso l’amministrazione e il consiglio comunale, per l’istituzione della consulta giovanile, un organo che dovrà essere distinto e indipendente dal consiglio comunale, che potrà accogliere anche le “giovanili” dei partiti, ma che non dovrà riproporre schemi di maggioranza-opposizione. “Uno varrà uno”, spiega Giuseppe Sollami di Future Dem.

Al “Forum giovani” è intervenuto il sindaco, Giovanni Ruvolo, che ha esortato i giovani presenti a rompere gli schemi.

Azioni e spazi, questo il cuore dell’intervento del sindaco che ha esortato i giovani “a confrontarsi e misurarsi sulle cose da fare, perchè di parole questa città è morta”.

10801503_306600499530003_8543858468154358459_nEntusiasmo, partecipazione e tanta voglia di realizzare il progetto della consulta giovanile.

Si è conclusa quindi con i migliori propositi, la due giorni di #giovaninforum, il primo incontro-dibattito tra tutti i giovani nisseni, organizzata dai Giovani delle Acli, FutureDem e Rete Giovani questo weekend nella splendida location del Palazzo Moncada.

All’ incontro hanno partecipato numerosi giovani, riuniti in associazioni e comitati studenteschi che hanno ascoltato la testimonianza di Ismaele La Verdera all’ inizio della giornata di sabato: un giovane villabatese che denuncia i brogli effettuati dalla commissione elettorale del suo paese nelle scorse Europee, che ha entusiasmato tutti i presenti in sala. Successivamente, i giovani hanno aperto un vivace dibattito su come dovrebbe essere strutturata la consulta: composizione, limiti di età, associazioni partecipanti e funzioni. Tutto moderato dalle tre associazioni promotrici e dal giornalista Valerio Martines. Nel pomeriggio, invece, spazio ai questionari: sono stati consegnati dei questionari a ciascun partecipante, di 10 domande attinenti alla composizione della consulta, alle incompatibilità e al grado di interazione con la Giunta Comunale.

La giornata di Domenica ha visto la presentazione dei risultati del lavoro di sabato alla presenza del sindaco Giovanni Ruvolo, del vicesindaco Marina Castiglione, dell’ assessore Piero Cavaleri e dei consiglieri di maggioranza Lorenzo La Rocca (Polo Civico) e Francesco Dolce (PD). Ha moderato l’ incontro Alberto Sardo, di Radio CL110527308_306598456196874_5104894068346795431_n

Grande entusiasmo è stato espresso dal sindaco e dal vicesindaco , che hanno dato piena disponibilità a portare avanti il progetto dinnanzi il consiglio comunale, esprimendo anche tanto entusiasmo sul fatto che un nutrito gruppo di giovani avesse portato avanti questa iniziativa.

L’ assemblea si è chiusa con il proposito di riunirsi a breve termine, per inglobare ulteriori nuove associazioni incrementando i documenti già prodotti in questa due giorni e, come suggerito da Sindaco, con la promessa di passare già in questa fase dall’azione ai fatti.

Le associazioni intervenute: hanno partecipato le rappresentative delle scuole:

• Rete Giovani,
• Giovani delle Acli,
• FutureDem,
• Alchimia,
• Azione Cattolica,
• Rete degli Studenti medi,
• CL Maker
• Giovani UDC
Hanno partecipato le rappresentative delle scuole:

• Liceo Scientifico “A.Volta”,
• Liceo Classico “R. Settimo”,
• Istituto “A.Manzoni” – “F.Juvara”,
• I.T.C.G. “M.Rapisardi”

Commenta su Facebook