Incontro Anas-Comune. Consegnato il progetto definitivo per la discarica Stretto-Giordano

518

Si è tenuto giovedì mattina a Palazzo del Carmine un incontro tra i vertici dell’amministrazione comunale e i rappresentanti dell’Anas per fare il punto sulle opere di compensazione e di mitigazione ambientale, oltreché sulle problematiche della viabilità, relative ai lavori del raddoppio della Ss640.

La prima notizia che emerge dall’incontro, a cui ha partecipato il sindaco, Giovanni Ruvolo, è la consegna da parte dell’Anas del progetto definitivo per la messa in sicurezza della discarica di contrada Stretto-Giordano nel capoluogo nisseno.

“Si tratta di uno degli interventi di mitigazione ambientale che adesso consentirà di accedere al finanziamento di 12 milioni di euro del Patto per il Sud, stanziati a tale scopo”, spiega il sindaco Ruvolo. “Un intervento che affronta definitivamente la messa in sicurezza della discarica, risolvendo una problematica che il Comune si porta dietro da anni”.

Con il sindaco hanno partecipato all’incontro l’assessore all’Urbanistica e lavori pubblici, Giuseppe Tumminelli, il responsabile dell’area Tecnica dell’Anas per la Sicilia, Ettore De la Grennelais, il responsabile tecnico per le nuove costruzioni di Anas in Sicilia, Silvio Canalella e il dirigente della ripartizione Lavori pubblici del Comune di Caltanissetta, Giuseppe Tomasella.

Riguardo la chiusura del viadotto San Giuliano, l’amministrazione comunale ha preso atto che Anas ha da poco ricevuto i dati definitivi del monitoraggio che confermano movimenti franosi ancora in corso. “Alla luce di questo dato – dichiara il sindaco – l’amministrazione chiederà ai vertici dell’Anas la convocazione a stretto giro di un tavolo tecnico per definire gli interventi da programmare per la riapertura dell’asse viario”.

Anas ha comunicato l’avvio delle indagini per la sistemazione del bivio La Spia, dove sarà realizzata una via d’accesso alla zona sud della città in collegamento con la Ss640.

Sono state completate le attività di indagine geo-gnostiche e di progetto per i lavori sulla ex 122 bis che comprende anche la sistemazione definitiva della via Mangialasagne. Attività propedeutica per un inizio dei lavori a breve termine. L’intervento prevede la realizzazione delle opere di sostegno e la bitumatura completa della strada, l’installazione delle barriere e la segnaletica.

Commenta su Facebook