Inchiesta assenteismo al Comune. L’assessore Milazzo: “sospensioni a fine indagine. Parte civile se ci sarà responsabilità penale”

1170

In ufficio quando alcuni dipendenti hanno ricevuto la notifica dell’informazione di garanzia, alcuni di loro lo hanno anche condiviso, informandolo. Così l’assessore all’urbanistica, Andrea Milazzo ha appreso della maxi inchiesta sull’assenteismo in Comune.

“Interessa 36 persone, è un’informazione di garanzia, che serve a garantire l’indagato, prevede l’interrogatorio e contesta reati di assenteismo e la frode del dipendente pubblico. E’ frutto di indagini, noi abbiamo informato il sindaco tempestivamente, sebbene ufficialmente non abbiamo ricevuto nulla, perchè siamo in una fase di indagine e di accertamento, e quindi il procedimento penale è in fase preliminare”.

“E’ chiaro – spiega l’assessore e architetto Andrea Milazzo – che quando verremo interessati ufficialmente, predefinendoci come parte offesa, all’esito delle indagini assumeremo i provvedimenti del caso e assumeremo quelli che l’autorità giudiziaria impartirà ai soggetti interessati. Il provvedimento più comune è la sospensione, che valuteremo all’esito delle indagini.

Speriamo che tutto si risolva nell’interrogatorio, da parte di chi è chiamato e andrà a chiarire. Se ci sono profili di responsabilità, l’ente è determinato a costituirsi parte civile nel procedimento penale, là dove si dovesse chiarire ne prenderemo atto e chiuderemo l’incidente. Siamo fiduciosi nel lavoro della magistratura e delle forze dell’ordine”.

 

 

Commenta su Facebook