Incendio all'assessorato lavori pubblici di Gela. Incendiato il protocollo e altri documenti

487

Incendiati gli uffici della ripartizione Lavori pubblici del comune di Gela. Nella notte di giovedì, alle 03.35, ignoti hanno appiccato il fuoco presso gli Uffici al secondo piano del Palazzo comunale in via Marsala. Un gravissimo gesto che potrebbe assumere diversi connotati e comportare risvolti. I malviventi dopo essere penetrati all’interno degli uffici dei Lavori pubblici, attraverso una finestra posta nel lato sud dello stabile, hanno messo a soqquadro la stanza adibita a protocollo e successivamente hanno dato fuoco a tutto, documenti, mobili, suppellettili, dopo aver cosparso il locale di benzina. Le fiamme sono state spente dai Vigili del Fuoco, ma hanno provato gravi danni, ancora in corso di quantificazione. Sul posto è intervenuta la polizia scientifica per i rilievi di competenza.

Forse i malviventi avevano incarico di lanciare un messaggio a qualcuno, della giunta o dell’amministrazione, che opera nel delicato settore dei lavori pubblici, da sempre, a Gela, al centro di polemiche e inchieste della magistratura, che due anni addietro culminarono anche con l’arresto di un funzionario direttivo. Oppure, i malviventi, cercavano qualcosa in particolare nel protocollo dell’assessorato Lavori Pubblici, qualche documento che andava forse eliminato e non trovandolo hanno quindi dato fuoco a tutto il materiale del protocollo.

Ad andare in fiamme anche altri documenti custoditi all’assessorato, che i piromani hanno ammassato prima di dare tutto alle fiamme.

Rabbia è stata espressa dall’assessore al ramo, Carmelo Casano, che stamane si è recato sul posto con il sindaco Angelo Fasulo.

Commenta su Facebook