Incarichi covid e livelli d’assistenza, l’Asp accoglie la richiesta d’accesso agli atti della consigliera Petitto

445

“Ripristinato il legittimo diritto di accedere agli atti dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Caltanissetta che è, e resterà sempre, di tutti i nisseni che hanno finalmente visto riconosciuto il loro pieno diritto a visionare gli atti di una azienda che amministra la sanità pubblica”. Lo afferma la consigliera comunale Annalisa Petitto dopo aver ricevuto comunicazione dal direttore generale dell’Asp2 di Caltanissetta, Alessandro Caltagirone, di accoglimento della richiesta d’accesso agli atti riguardanti le delibere di incarico e destinazione di personale sanitario durante l’emergenza covid ovvero relative ai livelli d’assistenza. A fine novembre la stessa azienda aveva opposto un primo diniego a cui era seguito un atto stragiudiziale promosso dalla consigliera comunale, preludio di un ricorso al Tar. Non c’è stato però bisogno di avanzare istanza ai giudici amministrativi perché nel frattempo l’Asp2 ha comunicato la disponibilità a far prendere visione ed estrarre copia degli atti richiesti.

“Dopo un incomprensibile diniego del 23 novembre, dopo le dichiarazioni pubbliche urbi et orbi, il Direttore Generale ing. Alessandro Caltagirone ha dovuto fare un necessario passo indietro accogliendo a trecentosessanta gradi la mia richiesta di accesso agli atti e questo dopo l’atto stragiudiziale notificato all’ASP dal mio legale di fiducia, avv. Alberto Marolda. Meglio tardi che mai. Nei prossimi giorni – conclude Petitto – prenderò visione di tutti gli atti da me richiesti ovvero delibere, contratti ed ordini di servizio degli oltre 300 neo assunti tra medici, infermieri, operatori socio-sanitari, personale reclutato da marzo 2020 per fronteggiare le esigenze straordinarie ed urgenti derivanti dalla diffusione della pandemia, nonché funzionale a garantire i livelli essenziali di assistenza”.

Commenta su Facebook