Inaugurato il nuovo murales di Loste alla Provvidenza. E’ una “regina” simbolo di integrazione

Inaugurato al quartiere Provvidenza il nuovo murales dello street artist Mirko Cavallotto in arte Loste. L’opera muraria rappresenta “la regina” della Provvidenza, una donna dai tratti orientali raffigurata sulla facciata di un edificio che si apre nello slargo tra via Ayala e via Palestro. Un murale che intende veicolare un messaggio di integrazione e socializzazione nel quartiere del centro storico. All’inagurazione erano presenti il sindaco Roberto Gambino, l’assessore alla cultura Marcella Natale, il dottor Vittorio Trupia proprietario di alcune case alle spalle delle quali stato realizzato il murale e il presidente del comitato di quartiere Marco D’Arma.

“Quello di oggi è un gesto per rianimare un luogo che ha una sua storia. Quella della Provvidenza è anche una storia di economia – spiega Trupia, nisseno da 55 anni trapiantato a Palermo -. Via Alaimo e via Ayala erano popolate e dense di attività economiche e di osterie dove venivano a pranzare tutti i forestieri che si recavano a Caltanissetta. La sera questa area era popolata da tutti gli artigiani e qui venivano a chiudere la giornata. Insomma era una zona fortemente animata e vederla oggi in queste condizioni fa male. Devo dire che l’assessore Natale ha fatto una cosa bellissima, un’iniziativa di cui sono grato. Caltanissetta ha delle persone che stanno facendo parecchio ma vorrei porgere un invito che è quello di trovare alleanze con tutti i nisseni che non vivono a Caltanissetta. Siamo tanti, disposti a dare gratuitamente un apporto a questa città che portiamo sempre nel cuore”.

Commenta su Facebook