In due sullo scooter a 16 anni. Da oggi è possibile ma a certe condizioni

899

Da oggi anche 16enni e 17enni potranno andare in due in motorino senza incorrere nel pericolo di una multa. La svolta è stata prodotta dalle modifiche al Codice della strada contenute nella legge 115 del 29 luglio scorso intitolata “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea” (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale il 3 agosto). Tra le altre novità una patente speciale per disabilità e niente più richiamo alla residenza per rilasciare la licenza di guida.

“Il divieto di circolazione – spiega l’Asaps, l’Associazione amici sostenitori polizia stradale – resterà in vigore solo per i 14-15enni in motorino e in caso di ciclomotori non idonei al trasporto di due persone”. In tutti i casi, infatti, il mezzo deve avere l’omologazione per il trasporto di un’altra persona oltre al conducente.

Le novità al Codice della strada non sono finite. Viene introdotta la patente speciale per disabilità, che consentirà di trainare rimorchi senza limiti di peso (attualmente il tetto è di 750 chili). Eliminato il richiamo della residenza necessaria ai fini del rilascio di una patente di guida o di una delle abilitazioni professionali. Novità anche in materia di esami di guida: “Gli esaminatori per il conseguimento della licenza B – ricorda l’Asaps – dovranno essere titolari di una patente corrispondente da almeno tre anni mentre, per tutte le altre patenti,

gli esaminatori in attività al 30 giugno 2015 saranno autorizzati ad effettuare esami dopo aver concluso uno specifico percorso formativo, anche in deroga alle regole generali”. Infine, i gradi del campo visivo verso l’alto necessari per conseguire la patente passano da 25 a 30.

Commenta su Facebook