In attesa delle decisioni sulla zona rossa. In una settimana 179 casi, 116 sono giovanissimi

509

La decisione sarà assunta dal presidente della Regione Musumeci in queste ore ma i numeri fanno presagire una proroga della zona rossa a Caltanissetta.

Il sindaco Roberto Gambino, nella sua diretta di mercoledì pomeriggio ha illustrato alcuni dati forniti dall’Asp2 di Caltanissetta. 179 casi di cui 116 riguardanti persone giovani tra i 3 e i 18 anni nella settimana che va dal 7  al 13 aprile. Il limite indicato dal Dpcm per stabilire una zona rossa territoriale è di 250 casi per 100 mila abitanti che nel Capoluogo, fatte le proporzioni, si traduce in 150,7 casi settimanali. Peraltro sui 116 casi covid riguardanti i giovanissimi, 104 sono accertati come variante inglese.

Il primo cittadino di Caltanissetta ha anche spiegato che da oggi non saranno più i sindaci a chiedere l’istituzione della zona rossa poiché le Asp trasmettono i dati in prima battuta al presidente della Regione, all’assessorato alla Salute e al Dasoe e quindi le valutazioni sono rimesse direttamente agli organi regionali.

Gambino è tornato a chiedere il commissariamento della sanità siciliana. “Sono contento che il presidente dell’Anci Leoluca Orlando ha seguito il mio esempio. 30 giorni fa in contemporanea con le dimissioni dell’assessore Razza ho chiesto al Governo il commissariamento della sanità siciliana perché di fatto in questo momento la sanità ha bisogno di essere presidiata. L’assessore Razza una volta dimessosi è stato sostituito dal presidente della Regione che con tutto il da fare che ha non può fare anche l’assessore”.

Commenta su Facebook