In arrivo in Sicilia 234 giovani carabinieri: maggiore sicurezza e controllo del territorio

403

Nei prossimi giorni giungeranno in Sicilia 234 giovani carabinieri, che andranno a rafforzare gli organici delle Stazioni dell’Arma presenti nell’Isola. Il robusto contingente di nuovo Carabinieri consentirà di incrementare il numero dei servizi preventivi/repressivi svolti dai colleghi già presenti in loco, secondo le esigenze operative individuate dal Comandante della Legione, il Generale di Brigata Giovanni Cataldo, al comando dallo scorso 4 settembre. Nello specifico, è prevista l’assegnazione dei militari neo giunti in molte delle 400 stazioni carabinieri dislocate in quasi ogni comune dell’Isola. Saranno dunque le unità di base dell’Arma a trarne maggiore beneficio, nell’ottica di garantire una maggiore sicurezza alla cittadinanza, di svolgere un controllo del territorio ulteriormente rafforzato, di contribuire a far sentire la tradizionale vicinanza dei carabiniere al cittadino. Il potenziamento degli organici, sul piano effettivo, consentendo una più intensa ed efficace attività di contrasto della criminalità sui fronti più caldi dell’Isola e nella prevenzione dei reati predatori e contro il patrimonio in generale, eleverà il livello di percezione della legalità. La notizia costituirà motivo di soddisfazione per tutti i siciliani che chiedono maggiore presenza dell’Arma sempre al servizio delle comunità.

Al fine di rafforzare la presenza sul territorio dell’Arma dei Carabinieri, il Comandante della Legione CC Sicilia, Generale Cataldo, ha destinato anche al Comando Provinciale dei Carabinieri di Caltanissetta diversi militari provenienti dalle Scuole Allievi, al termine del previsto periodo di formazione.

In questi giorni i carabinieri hanno raggiunto le nuove rispettive sedi e sono stati ricevuti dal Comandante Provinciale Colonnello Daidone presso la Caserma Guccione. Nella circostanza, alla presenza dei rispettivi Comandanti di Stazione, hanno ricevuto le prime necessarie informazioni sulle peculiarità del contesto ambientale nell’ambito del quale saranno chiamati ad operare sin dalle nelle prossime ore, nonché indicazioni sulla necessità di assicurare la giusta prontezza e professionalità al cittadino che si rivolge all’Arma.

Oltre alle principali sedi di Caltanissetta, Gela e Mussomeli, altre unità sono state destinate presso i reparti di Mazzarino, Riesi, Resuttano, Sommatino, Vallelunga, Marianopoli, Acquaviva Platani.

 

Commenta su Facebook