Immigrazione, testimonianze a confronto a Santa Caterina

1325

Si è tenuto a Santa Caterina Villarmosa, presso il Centro polifunzionale “Antonino Guastaferro” un convegno sull’immigrazione rivolto ai giovani studenti ed alla società civile. L’evento è stato organizzato e patrocinato dal Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, dal Comune di Santa Caterina Villarmosa con la collaborazione del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caltanissetta.
S. Caterina 2A fare gli onori di casa, il Sindaco di Santa Caterina V.sa, Michelangelo Saporito, in una sala colma di studenti del locale Istituto comprensivo, accompagnati dalla Professoressa Rotondo.
L’attenzione dei giovani è stata quindi catturata dai due relatori il Capitano Sebastiano Rosario Rapisarda della Guardia di Finanza e la dott.ssa Giovanna Caruana, psicologa, che hanno illustrato i diversi aspetti del fenomeno immigrazione. Sono intervenuti nel corso dei lavori anche il delegato vicario Cav. di Gran Croce di Grazia Nobile dott. Antonio Di Janni, il Colonnello Pierluigi Sozzo, Comandante Provinciale della GdF, il coordinatore provinciale Cavaliere di Merito, Michele Antonio Tramontana ed il Maggiore dei Carabinieri Antonino Restuccia, anch’egli cavaliere.
Soddisfatti gli organizzatori del convegno per i risultati ottenuti, avendo offerto la possibilità all’uditorio di approfondire e conoscere l’immigrazione in Sicilia anche grazie alla toccante testimonianza diretta di due giovani, uno afgano e l’altro pachistano, che hanno illustrato le motivazioni, le difficoltà e i rischi corsi pur di raggiungere l’Europa.S. Caterina 1
Al termine dei lavori sono state consegnate delle benemerenze dell’Ordine Costantiniano, oltre che agli intervenuti anche al Capitano Auriemma e ai Marescialli Puma, Di Benedetto e Pascale della Gdf e al Maresciallo Curcio dei Carabinieri, per il sostegno offerto alle attività di solidarietà portate avanti dall’Ordine in favore dei bisognosi.

Commenta su Facebook