Illuminazione pubblica in tilt. Luci accese di giorno, il Comune non intende pagare

1989

Luci accese anche di giorno in alcune vie del centro storico a Caltanissetta. Da stamane, infatti, i lampioni dell’illuminazione pubblica sono rimasti ininterrottamente accesi per tutta la giornata, da via Elena a via Pisani passando per via Canonico Pulci e via Piazza Armerina.

via Elena
via Elena

Dal Comune fanno sapere che inoltreranno una segnalazione a Enel Sole, la società che per conto dell’ente gestisce il servizio, così com’è stato fatto in analoghe occasioni.

Va detto che in taluni casi i corpi illuminanti rimangono accesi di giorno durante le operazioni di manutenzione da parte dei tecnici della società che in tal modo possono verificare quali siano quelli non funzionanti. Difficile però immaginare che per tutto il giorno, dalla mattina alla sera, le luci siano rimaste accese per manutenzione. Più probabile che il malfunzionamento sia dovuto ad un guasto nel timer, forse causato dalle forti piogge.

Questo potrebbe anche spiegare il black out all’impianto semaforico di via Leone XIII che per tutta la mattinata odierna ha reso difficile, quanto pericoloso, attraversare l’incrocio con via Guastaferro e via Sagona.

In ogni caso il Comune, tramite l’ufficio tecnico, in questi casi segnala a Enel sole l’inconveniente, facendo presente che per l’illuminazione accesa anche di giorno la società non può addebitare i costi all’Ente. Così è stato fatto ad esempio un mese addietro quando a rimanere accesi per due giorni furono i lampioni di viale Trieste. Altri disguidi nel servizio si sono verificati frequentemente nelle vie Turati, Carnevale, ma in questo caso le luci non si sono accese neanche di notte.

L’affidamento del servizio di pubblica illuminazione è in scadenza ad aprile 2018 e l’assessore al ramo, Giuseppe Tumminelli, ha già dato mandato all’ufficio tecnico di predisporre per tempo la gara per il nuovo servizio.

via Piazza Armerina
via Piazza Armerina
via Canonico Pulci
via Canonico Pulci
via Pisani
via Pisani
Commenta su Facebook