Illeso un ballerino nisseno che si trovava nel convoglio coinvolto nell’incidente di Riad. Tra le vittime un ballerino di Cammarata

C’era anche un ballerino nisseno nel convoglio di due auto rimaste coinvolte nel tragico incidente avvenuto domenica nel deserto vicino la città di Riad in Arabia Saudita dove sono morti tre ballerini italiani. Miracolosamente Giuseppe Pera di Serradifalco è uscito illeso dall’incidente in cui sono deceduti Antonio Caggianelli di Bisceglie (Bat), Giampiero Giarri di Tivoli (Roma) e Nicolas Esposto, agrigentino di Cammarata con origini francesi.
“Una domenica apparentemente tranquilla si chiude con la dolorosa notizia che ci arriva dalla lontana Riad, dove un incidente gravissimo ha coinvolto anche un nostro concittadino – ha scritto il sindaco di Serradifalco Leonardo Burgio -. Una compagnia di ballo italiana invitata per l’inaugurazione di un teatro che annovera tra i suoi componenti anche il nostro orgoglio serradifalchese Giuseppe Pera, ha vissuto questa tristissima vicenda: tre ballerini purtroppo sono morti e uno di questi e’ un nostro corregionale della vicina provincia di Agrigento. Per fortuna, o forse per miracolo , il nostro Giuseppe è rimasto solo leggermente ferito e sembra fuori pericolo. Non possiamo che esprimere il dolore per quanto accaduto alle famiglie che in questo momento stanno soffrendo per la perdita ma anche il senso di sollievo nell’apprendere che presto il nostro Giuseppe tornerà a casa sano e salvo. Il suo angelo custode l’ha salvato. A lui e alla sua famiglia un forte abbraccio”.
I tre ballerini deceduti erano nel Paese arabo con una compagnia composta da 10 ballerini, tutti italiani, in tournée per l’inaugurazione di un nuovo teatro. Ieri, nel giorno libero, avevano deciso di fare un’escursione. A bordo di due auto hanno raggiunto il deserto e al ritorno, per cause ancora in corso di accertamento, i mezzi sui quali viaggiavano sono precipitati in una scarpata. Nell’incidente sono morti i tre ballerini italiani e un’altra persona. Altri tre italiani sono rimasti coinvolti nello schianto, uno con lesioni gravi e due illesi.
A Cammarata il sindaco Giuseppe Mangiapane si dice “sconvolto e commosso” per la morte “del nostro giovane talentuoso Nicolas, che era per noi tutti un orgoglio, un esempio, un ragazzo che portava la sua arte in giro per il mondo, che inseguiva i propri sogni, e che li stava realizzando, con tanto coraggio ed infinita passione”.
Commenta su Facebook