Il traliccio dell’antenna in grave stato di degrado, Raiway vuole demolirlo entro il 12 marzo

1451

Gli elementi metallici che costituiscono l’Antenna Rai della collina Sant’Anna sarebbero in stato di grave degrado e per evitare rischi da un cedimento il traliccio andrebbe demolito entro il 12 marzo. Il Comune si è opposto ma è costretto a mettere in sicurezza l’area indicata dai tecnici di Raiway come raggio di caduta. E’ questo l’ultimo sviluppo sul parco antenna Rai di Caltanissetta.

“Alla fine del 2019 – spiega il sindaco Roberto Gambino – era pervenuta una richiesta di demolizione dell’antenna da parte di Raiway che fu ovviamente rigettata poiché il bene è tutelato ai sensi del D.Lgs. n. 42/2004 giusto D.D.G. n. 1026/2017. Il problema sorge perché a sostenere l’istanza per la demolizione RaiWay ha allegato una relazione tecnica di verifica strutturale nella quale viene dimostrato che la struttura non verifica ai carichi previsti dalle normative vigenti anche a causa del grave stato di degrado degli elementi metallici che costituiscono l’antenna”, spiega Gambino. Il tecnico incarico da Raiway per la verifica ha quindi posto il 12 marzo 2020 come termine ultimo di salvaguardia per procedere alla demolizione dell’antenna evidenziando nell’elaborato che accompagna la richiesta di demolizione, l’area interessata dal raggio di caduta dell’antenna in caso di crollo.

“L’amministrazione comunale rigettando l’istanza per la demolizione aveva richiesto perentoriamente la presentazione di un progetto di miglioramento al fine di attuare con immediatezza tutti gli interventi per garantire la conservazione del bene – spiega il sindaco -. A risposta di tale richiesta Raiway sostiene che l’esecuzione del progetto di adeguamento strutturale necessita di notevoli risorse economiche (circa due milioni di euro) sollecitando di conseguenza l’autorizzazione alla richiesta di demolizione, dimenticando che per la nostra città tale elemento costituisce un simbolo identitario soggetto a tutela”.

La situazione inoltre si complica poiché il termine ultimo di salvaguardia posto dalla società Raiway è il 12 marzo prossimo per cui l’amministrazione comunale è in procinto di adottare tutti gli interventi di salvaguardia dell’area circostante l’antenna nell’ambito del potenziale raggio di caduta indicato da Raiway stessa. “Considerando che il proprietario del bene è la medesima società, ogni attività di messa in sicurezza dell’area sarà pertanto posta a carico di RaiWay S.p.a”.

Solo nei prossimi giorni si saprà in cosa consisteranno gli interventi di messa in sicurezza nell’area circostante, tenuto conto che all’interno del raggio di caduta individuato da Raiway sorgono diverse abitazioni residenziali.

Commenta su Facebook