Il sindaco Ruvolo incontra i vertici Campari-Averna. “Sinergie per promuovere il territorio ed i prodotti tipici”

887

Si consolida il legame tra la città di Caltanissetta e lo storico amaro Averna per la promozione del territorio, dei suoi prodotti tipici e della cultura. Il sindaco Giovanni Ruvolo e l’assessore alla Creatività e partecipazione, Pasquale Tornatore, hanno incontrato a Milano il general counsel di Campari, Fabio Di Fede e il direttore dello stabilimento Averna di Caltanissetta, Piero Fici, per gettare le basi di una più intensa collaborazione finalizzata a mantenere il legame economico e culturale tra la città ed uno dei prodotti nisseni più conosciuti nel mondo.

“L’incontro con i vertici di Campari – spiega il sindaco, Giovanni Ruvolo – è servito a pianificare gli interventi per promuovere la città di Caltanissetta, il territorio ed i suoi prodotti. Abbiamo trovato ampia disponibilità ed è volontà di Campari Group mantenere questo legame”.

Il primo aspetto emerso è il consolidamento e il potenziamento della produzione a Caltanissetta di ”Averna Riserva Don Salvatore”, liquore che valorizza l’antica ricetta dei monaci benedettini. “Questo conferma le richieste dell’Amministrazione affinché la produzione dell’amaro rimanesse nello stabilimento nisseno – dichiara l’assessore Tornatore-. Il nuovo prodotto sarà mantenuto e la produzione ampliata, con possibili nuove opportunità occupazionali”.

Promuovere l’immagine di Caltanissetta attraverso attività connesse al brand Averna, sostenendo iniziative culturali legate all’identità nissena. Questo uno degli aspetti affrontati durante l’incontro in cui Campari Group ha confermato la propria collaborazione per la stagione teatrale, apprezzando la scelta del regista nisseno Aldo Rapè quale nuovo direttore artistico, alla luce del rilievo nazionale e internazionale della sua produzione artistica. “Abbiamo anche chiesto un supporto per lanciare la festa del Torrone siciliano di Caltanissetta, essendo insieme all’Amaro un prodotto dell’identità nissena”, aggiunge il sindaco.

“In occasione dei 150 anni dell’Amaro Averna, anche la città di Caltanissetta sarà sede di celebrazione dell’evento nel segno della sicilianità del prodotto, elemento fondamentale per la forza di un marchio di dimensione globale. Legame imprescindibile già evidenziato nel progetto ”Ricette di Ospitalità Siciliana”, guida scaricabile gratuitamente dal sito Averna, in cui vengono valorizzate eccellenze siciliane, e tra queste Caltanissetta e Xiboli rivestono un ruolo centrale”, hanno confermato i vertici di Campari Group.

L’Amministrazione comunale ha ribadito l’importanza di investire sul museo dell’Amaro nell’antico stabilimento di via Xiboli. “Un gioiello apprezzato e ammirato da tanti visitatori in occasione delle vie dei tesori, evento che sarà confermato per la prossima edizione. La finalità – aggiunge il sindaco Ruvolo – è quella di promuovere la città di Caltanissetta come riferimento del centro Sicilia dal punto di vista turistico. Il rilancio del museo Averna sarà un forte elemento attrattivo per i turisti nell’asse tra Agrigento e Piazza Armerina”.

E’ stato affrontato infine il tema dell’errata dicitura del nome della città di Caltanissetta in alcune etichette. La direzione di Campari ha comunicato di avere provveduto a bloccare e distruggere le etichette errate presso la tipografia che aveva prodotto soltanto un lotto di tali etichette, mentre si sta provvedendo a stampare le nuove con la dicitura corretta. La direzione ha mostrato dispiacere per questo limitato episodio prontamente gestito e risolto.

Tra la direzione della società e l’Amministrazione comunale si è consolidato un rapporto di reciproca fiducia che estenderà l’intervento del Gruppo, attraverso il suo marchio Averna, nel promuovere progetti di cultura d’impresa per lo start up di imprese giovanili. L’amministrazione comunale e Campari Group hanno quindi deciso di aggiornare la programmazione di iniziative e attività in un incontro che sarà fissato a breve.

Commenta su Facebook