Il questore consegna gli attestati agli studenti dell’Itet Rapisardi per l’alternanza scuola lavoro

298

Si è concluso con la consegna degli attestati agli studenti da parte del Questore il progetto di collaborazione alternanza scuola lavoro, tra la Polizia di Stato e l’ITET Rapisardi-Da Vinci.

Con il progetto, al quale hanno partecipato dieci studenti maggiorenni del quinto anno dell’istituto, si è assicurata la digitalizzazione di parte dell’archivio cartaceo dell’ufficio immigrazione.

Stamattina, presso l’aula Emanuela Loi della Questura di Caltanissetta, il Questore Giovanni Signer, alla presenza del Dirigente Scolastico Santa Iacuzzo, ha consegnato gli attestati di partecipazione a dieci studenti maggiorenni del quinto anno dell’Istituto tecnico economico e tecnologico “Mario Rapisardi – Da Vinci” di Caltanissetta, che hanno partecipato al progetto di dematerializzazione degli archivi cartacei dell’ufficio immigrazione della Questura. Il progetto, organizzato nell’ambito della modalità didattica alternanza scuola lavoro è stato avviato il 10 ottobre scorso e mira, attraverso l’esperienza pratica, ad aiutare a consolidare le conoscenze acquisite a scuola dagli studenti, a testarne le attitudini sul campo, ad arricchirne la formazione e a orientarne il futuro percorso di studio. Tale modalità didattica, obbligatoria per tutti gli studenti degli ultimi tre anni delle scuole superiori, è una delle innovazioni più significative della legge 107 del 2015 (la c.d. Buona Scuola). Il 26 settembre scorso, il Questore aveva siglato la convenzione con il dirigente scolastico dell’Istituto. Prima dell’inizio dell’attività i partecipanti al progetto hanno seguito due conferenze, tenute dal Vice Questore Fabio Lacagnina su tematiche concernenti la legislazione sull’immigrazione e dal Sostituto Commissario Salvatore Falzone sulla polizia di prossimità. I ragazzi, dopo essere stati incaricati con apposito atto formale, che prevede anche un accordo di non divulgazione, per quattro settimane, sotto la guida di tutor della Polizia di Stato, negli uffici della Questura, hanno eseguito sia operazioni di digitalizzazione degli atti cartacei (oltre 2.500 documenti), da immettere presso il data base del Ministero dell’Interno, sia attività di front office, supportando i poliziotti allo sportello, per la trattazione di circa 600 pratiche. Tutor per la Polizia di Stato il Vice Questore Fabio Lacagnina, dirigente dell’ufficio immigrazione e la professoressa Laura Giammusso, referente dei percorsi per le competenze trasversali dell’istituto scolastico. Le competenze acquisite a conclusione del progetto sono la conoscenza della legislazione generale sull’immigrazione, la trattazione delle pratiche gestite nel front office e l’archiviazione digitalizzata delle stesse. Il Questore, dopo aver sentito il parere dei ragazzi circa l’esperienza da loro vissuta negli uffici della Polizia di Stato, ha annunciato che analogo progetto potrà essere ripetuto il prossimo anno. La d.ssa Iacuzzo ha ringraziato la Polizia di Stato per l’attenzione mostrata dall’Istituzione verso la scuola, esprimendo apprezzamento per il progetto appena concluso.

Commenta su Facebook