Il progetto per una nuova toponomastica. Deliberata via Panzica c’è la richiesta per Nuccia Grosso

140

Venerdì 19 marzo si è svolto sulla piattaforma meet l’incontro di Onde donneinmovimento con gli assessori Natale e Frangiamone, come promesso da quest’ultimo nella trasmissione Tony Accesi di Radio CL1. “L’incontro è stato, a nostro avviso positivo. Sono state accolte tutte le proposte e si sono individuate le scansioni temporali necessarie per dare una conclusione positiva alle richieste che l’Associazione fece all’amministrazione già nel 2019”. Lo afferma Lidia Trobia reposnsabile per il progetto Toponomastica dell’associaizone Onde donneinmovimento.

“Poichè l’iter burocratico per l’intitolazione della via a Giuseppina Panzica è a buon punto (l’assessore Frangiamone e l’assessora Natale ci hanno comunicato che proprio in questi giorni la giunta ha deliberato la denominazione della via) abbiamo chiesto che la cerimonia si svolga il prossimo il 25 aprile, anniversario della liberazione dal nazifascismo, una data dal forte significato simbolico per una medaglia d’oro al valore civile”.

“Abbiamo chiesto che l’asilo nido comunale venga intitolato a Maria Giunetti intorno al Primo Maggio poichè a Santa Barbara è stato tradizionalmente celebrato dal comitato di quartiere presieduto negli anni ’70 proprio da Maria Giunetti. In merito alle scuole elementare e media dello stesso villaggio per cui è stata chiesta, su nostra sollecitazione dall’istituto Vittorio Veneto, l’intitolazione a Rita Borsellino e a Felicia Impastato, l’assessora Natale si è impegnata a concludere sollecitamente quanto di competenza comunale, così come previsto dalla normativa”.

In occasione del convegno “Pari e dispari – la rappresentanza non è neutra” svoltosi in occasione del’8 marzo, l’associazione ha sollecitato nuovamente le intitolazioni ad Elvira Sanfilippo Traina e Nuccia Grosso; nell’ultimo incontro entrambi gli assessori hanno assicurato che si muoveranno rapidamente.

“Altra richiesta su cui abbiamo avuto l’assicurazione di un iter sollecito è stata quella di ricordare, Rosalie Montmasson, unica donna partecipante alla spedizione dei Mille e che si è particolarmente distinta nella battaglia di Calatafimi del 15 maggio 1860, apponendo una targa in piazza Calatafimi, possibilmente nell’anniversario di tale data”.

Commenta su Facebook