Il Polo Civico ribatte agli attacchi contro Ruvolo: "piagnisteo di Caltanissetta Protagonista"

1126

“Continuiamo a registrare, nei diversi interventi effettuati sulla stampa da parte del Movimento Caltanissetta Protagonista e degli avversari politici oggi all’opposizione un rammarico inconsolabile: i primi per la mancata elezione del candidato Sindaco Michele Giarratana e gli altri per una passata gestione che, per altro, essi stessi non hanno riproposto”. Il Coordinamento del Polo Civico, con queste parole, non si tira indietro dalla polemica sollevata dal coordinatore di Caltanissetta Protagonista, Michelangelo Lovetere che aveva chiesto se vi fossero studi preliminari sulla decisione di chiudere al transito veicolare corso Vittorio Emanuele e corso Umberto.
“L’ultimo piagnisteo da parte del Movimento “Caltanissetta Protagonista” ha avuto quale pretesto “la circolazione veicolare in centro storico e la fine dei lavori in Corso Vittorio Emanuele”. Premettiamo che non comprendiamo il motivo per il quale sembra che si vogliano accusare i cittadini di aver scelto l’attuale Sindaco Ruvolo, che ha avuto la capacità di risvegliare l’orgoglio avvilito dei nisseni, svecchiando anche i termini e le modalità di approccio alle problematiche, per fronteggiare la retorica politica dell’accontentare pochi per penalizzare i tanti. Un dato è certo: il Movimento “Caltanissetta Protagonista”, che diceva in campagna elettorale di essere espressione libera del civismo, continua ad utilizzare gli strumenti della vecchia dialettica politica, denigrando gli sforzi che si stanno facendo per costruire un sistema partecipato nel quale saranno i cittadini i veri “protagonisti” dell’azione amministrativa. Con questo non si vuole accusare “Caltanissetta Protagonista” di non collaborazione, anzi siamo certi che, vista l’esperienza, purtroppo non incisiva, dell’ex assessore di varie giunte passate, Michele Giarratana, ci si potrà confrontare su tutti i temi nei tempi dovuti. Certo, si dirà che la responsabilità è di chi governa, e di questo ne siamo consapevoli, ma lo siamo anche del fatto che sono passati solo otto mesi dall’elezione e sembra che si stia criticando una gestione che abbia invece concluso il proprio mandato”.
Nello specifico per il Polo Civico “la pedonalizzazione graduale e progressiva del centro storico, iniziando dal tratto di Corso Umberto antistante il comune; la valorizzazione del centro storico attraverso la promozione di attività permanenti di natura socio culturale, ricreativa, artistica e sportiva, con la ricerca della condivisione dei commercianti e dei residenti, sono stati argomenti ampiamente presentati nel Programma Amministrativo sulla base del quale Giovanni Ruvolo è stato eletto Sindaco. Oggi si può verificare che la pedonalizzazione graduale è già iniziata proprio con il citato tratto di Corso Umberto; durante l’estate il centro storico è stato oggetto di svolgimento di 134 eventi con il progetto “Chiamata alle Arti”; in autunno si è svolta la tre giorni “Sicilia dunque penso – L’isola che non c’era”, alla quale hanno partecipato scrittori, giornalisti, editori, artisti, fotografi, musicisti e chef del panorama siciliano e non solo, iniziativa che si è articolata attraverso varie formule nei luoghi simbolo del centro storico, fino alla rappresentazione nazionale al Teatro Regina Margherita dell’allestimento estratto dal libro di Pierangelo Buttafuoco “Buttanissima Sicilia”; è stato ricollocato l’allestimento della fiera di San Michele in centro storico, riportandone l’attività in città ed animando le vie limitrofe; si è svolto in un week-end, la “Notte Gialla dello Sport”, tra le vie del centro, registrando la partecipazione di centinaia di atleti e cittadini. Tutto questo per quel che riguarda le iniziative per animare il centro storico. Considerando le tematiche della mobilità, una delle prime azioni messe in campo con successo dall’Amministrazione Ruvolo, è stata la riattivazione del servizio di trasporto pubblico urbano espletato dalla SCAT, che era “fermo” da oltre 5 mesi, così come l’apertura permanente del parcheggio di Via Medaglie d’Oro”.
“Sull’argomento mobilità sostenibile è stato attivato un tavolo tecnico composto da esperti del settore, sia interni che esterni all’amministrazione, per definire una proposta condivisa di “Piano Urbano della Mobilità”, documento senza il quale prendere posizione per la pedonalizzazione di ulteriori fette di Centro Storico è quantomeno prematuro. Per la cronaca, una delegazione dell’Alleanza per la Città, ha già chiesto un incontro e si è confrontata con i componenti del suddetto tavolo per contribuire alla segnalazione delle esigenze della cittadinanza ed a breve, come già riportato in un comunicato stampa dei giorni scorsi, si promuoverà un forum cittadino sull’argomento del verde urbano”.
“Questi sono fatti. Come è un fatto che, nonostante i tagli scriteriati provenienti dai governi nazionale e regionale, siano state abbattute le aliquote della tassazione locale per gli immobili del centro storico, così come, una volta terminati i lavori nella deputata commissione consiliare, saranno presto azzerati gli oneri di concessione urbanistica per il perimetro del centro storico. E’ chiaro ed evidente che siamo solo all’inizio, ma tanto si sta facendo con la collaborazione del Consiglio Comunale e la compattezza della Giunta. Ma occorre un ulteriore sforzo di tutte le componenti politiche che possono dare un contributo concreto per realizzare un “Progetto Città” che non può essere solo prerogativa della Giunta Ruvolo e dell’Alleanza per la Città, ma deve essere un impegno di tutti per il bene della Città”.
Il Coordinamento del Polo Civico

Commenta su Facebook