Il pm autorizza l’autopsia sul corpo della bambina nissena morta dopo il trasferimento a Palermo

864

Sarà eseguita lunedì prossimo l’autopsia sul corpo della piccola Sara, la bambina nissena di cinque anni deceduta la notte del 30 marzo all’ospedale dei Bambini di Palermo dopo il trasferimento avvenuto poche ore prima dall’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta.

L’accertamento tecnico irripetibile avverrà alla presenza dei consulenti tecnici delle parti e contribuirà a stabilire le cause del decesso.

L’esame medico legale è stato autorizzato dal sostituto procuratore Ludovica D’Alessio che in prima istanza aveva rigettato la richiesta del legale della madre di Sara, l’avvocato Francesco De Lorenzo del foro di Roma. La seconda istanza, supportata da una relazione di un consulente di parte, è stata invece accolta. Sul caso è stato aperto un fascicolo dalla Procura del capoluogo isolano. A provocare il decesso un grave problema intestinale con un’indicazione diagnostica di tubercolosi che la famiglia però vuole accertare oltre ogni dubbio. 

Il 25 febbraio la bambina, figlia una coppia di tunisini che vive a Caltanissetta da dieci anni, secondo quanto raccontato dalla madre aveva subito una caduta in casa. Nei giorni seguenti aveva accusato un dolore alla gamba. Dopo un primo consulto con la pediatra di famiglia, il 30 marzo a seguito di chiamata al 118 era stata portata all’ospedale Sant’Elia e poi trasferita a Palermo dov’è deceduta nella notte.

Ad eseguire l’esame saranno i medici Domenico Cipolla specialista in pediatria e Stefania Zerbo medico Legale. Come conulenti tecnici di parte saranno presenti il medico legale Lucio Di Mauro e il pediatra Fabrizio De Maria.

Commenta su Facebook