Il pesista nisseno Mirco Scarantino alle Olimpiadi di Londra 2012. Pass strappato all'ultimo minuto.

864

Il pesista Mirco Scarantino si qualifica per le Olimpiadi di Londra 2012. Colpo di scena nel mondo dei pesi internazionali: l’italiano trova il passo olimpico grazie alla squalifica per doping di due pesisti, un lituano e uno slovvacco, in occasione dell’ultima prova di qualificazione olimpica svoltasi nello scorso aprile ad Antalya in Turchia. Queste due squalifiche modificano sensibilmente i ranking internazionali e aprono le porte dei Giochi di Londra anche all’Italia che attribuisce a Scarantino la possibilità di partecipare alle Olimpiadi nella categoria -56 kg. In questo momento gli atleti qualificati salgono a 245. La prova di qualificazione olimpica aveva purtroppo decretato l’uscita dell’Italia dei Pesi dalle olimpiadi di Londra per un soffio, ma già allora Scarantino, figlio d’arte (il padre è Giovanni, ex olimpionico e oggi suo allenatore) aveva impressionato. Le congratulazioni a Scarantino sono giunte oggi dal sindaco di Caltanissetta, Michele Campisi. “Caltanissetta – afferma il primo cittadino – si conferma la città italiana che sforna i migliori atleti nel campo della pesistica, grazie ad una lunga tradizione e all’abnegazione di alcune persone che hanno creduto in questa disciplina, la nostra città continua a vivere momenti di gloria e di ribalta internazionale. Ringrazio a nome di tutta la città e auguro un sentito in bocca al lupo a Mirco Scarantino, degno erede di papà Giovanni”.

Commenta su Facebook