Il PD condanna Porsio. A rischio candidatura, commissione garanzia convocata d’urgenza

1034

“Il coordinamento comunale dei circoli ritiene assolutamente inopportuna e politicamente errata la presenza di Salvatore Porsio alla conferenza stampa di commiato del Sindaco uscente Campisi in quanto riservata esclusivamente alle domande dei giornalisti, i quali peraltro non hanno potuto svolgere regolarmente il proprio lavoro”. Con queste parole il Partito Democratico si dissocia e condanna il comportamento di Salvatore Porsio, iscritto e candidato del PD alle elezioni comunali, annunciando che sarà presa una decisione lunedì prossimo in commissione di garanzia. Significa che Porsio potrebbe essere messo alla porta? le liste per le candidature, infatti, si presentano entro giorno 30 aprile e come è noto nessun partito ha ancora presentato i carteggi relativi alla segreteria comunale.

Il coordinamento dei circoli, che in questa fase significa segreteria cittadina, si limita a dire che “si è aggiornato a lunedì 28 aprile 2014 con la presenza del Presidente della Commissione di garanzia Avv. Giuseppe Balistreri”. Non viene detto apertamente il motivo e l’ordine del giorno della convocazione della commissione di garanzia, ma l’organismo si riunisce quando ci sono da discutere espulsioni, sanzioni, ultimatum per gravi violazioni dello statuto e delle regole del partito.

“Il partito democratico – prosegue la nota –  seppur comprendendo le ragioni di merito, ritiene impropria la richiesta di intervento in tale occasione .in quanto il prevedibile diniego da parte del Sindaco ha provocato seppure involontariamente la reazione incontrollata dell’operatore televisivo e dei lavoratori ex Rmi, che Porsio accompagnava. Il partito democratico quindi prende le distanze da tale condotta e ritiene indispensabile un gesto di maturità e di coerenza politica e personale. Chiede inoltre a Porsio, attivo Dirigente del Partito Democratico di spiegare e dissociarsi da quanto è avvenuto a Palazzo Moncada”.

“Il PD, come ha sempre fatto, intende contrastare chi non ispira il proprio stile politico alla linearità e alla sobrietà. Le campagne elettorali devono svolgersi con equilibrio, evitando comportamenti che possono provocare imbarazzo al PD. Il PD intende intervenire severamente su tutte le questioni che creano zone d’ombra. Le responsabilità quando ci sono hanno carattere esclusivamente personale. Ciascuno di noi oltre ad avere il senso della misura deve avere la capacità di comprendere ciò che è opportuno e ciò che non lo è”.

“Il coordinamento dei circoli del Pd esprime solidarietà nei confronti dei lavoratori che in questo momento vivono una condizione di grande disagio. Intanto il partito democratico invita Iscritti e simpatizzanti ad un impegno elettorale svolto con equilibrio, passione e responsabilità”.

 

Commenta su Facebook