Il parco Balate prima dell’estate: Percorsi pedonali e 700 nuovi alberi, uno per ogni universitario

740

700 nuovi alberi saranno messi a dimora nel parco Balate, nell’area verde del quartiere alla periferia del Comune di Caltanissetta. E’ quanto prevede la delibera della giunta Gambino esitata su proposta del dirigente della pianificazione territoriale, Giuseppe Dell’Utri, che predispone il progetto per la realizzazione del parco urbano. Si tratta di un’area destinata a verde pubblico che il Comune vuole rendere fruibile attraverso una pianificazione partecipata e con un investimento di poco meno di 100mila euro.

I lavori consistono nella manutenzione del verde esistente e nella piantumazione di nuove essenze, l’irrigazione e la potatura. Acquisita la disponibilità del Consorzio universitario a piantare un albero per ogni studente che frequenta i corsi a Caltanissetta, il progetto destina a questo scopo un’area di 10mila metri quadrati per 700 nuovi alberi. Sono poi presenti due giardini con agrumi e ulivi secolari, spazi destinati a frutteto e un orto urbano che avrà anche scopo educativo con attività delle scuole. Due gli ingressi per il pubblico: uno da via delle Calcare e l’altro da via Giorgio La Pira. A firmare il progetto insieme ai progettisti Petrotto, Dell’Utri, Lunetta e Strazzeri, sono il dirigente Giuseppe Dell’Utri e l’assessore all’ambiente, Marcello Frangiamone.

“Questo progetto – spiega Frangiamone – è la pietra miliare della nostra idea del parco Balate. E’ quindi il punto d’inizio del parco. Sono previsti dei percorsi pedonali all’interno in modo che i cittadini possano praticare attività sportive, passeggiate o corsa. La scelta di essenze arboree specifiche è stata fatta anche su suggerimento di Amedeo Falci. Saranno piantati lecci, alberi di carrubbo, tigli, roverelle e palme”.

Circa la tempistica l’assessore della giunta Gambino fissa l’obiettivo prima della prossima estate. “Il Comune  – dice – ha già le somme disponibili per questo progetto. Attendiamo che il Consorzio universitario ci metta a disposizione gli alberi e ritengo di poter dire con serenità che prima dell’estate questo parco possa vedere la luce, entro la primavera del 2020”.

Commenta su Facebook