“Il pane fritto e altre storie”. Cinzia Caminiti Nicotra, in una gustosa carrellata tra i cibi e le atmosfere di una volta

628
L'assessore Pasquale Carlo Tornatore

È stato il ricordo di sua nonna Vincenzina, che si porta dietro sin da bambina,  a suggerire alla scrittrice Cinzia Caminiti Nicotra di scrivere un libro sui cibi di una volta, sui loro odori e sapori ormai troppo spesso dimenticati.

Si intitola “Il pane fritto e altre storie” – Editore Alfio Grasso – il libro che, giovedì 13 settembre, è stato presentato nel Chiostro della Biblioteca Scarabelli, relatrice la giornalista Marcella Sardo.

“Altre storie – ci dice l’autrice – sta a significare che già il pane fritto è una storia a sé. È la storia mia e di  mia nonna, ma anche la storia di tutte le bambine della mia età”.

“Questo incontro – ha detto l’Assessore Pasquale Carlo Tornatore nella sua introduzione –  è molto vicino a quella che è la mia filosofia di vita degli ultimi 15 – 20 anni, in cui ho scoperto il forte legame con la terra dalla quale si raccolgono i prodotti necessari a produrre il cibo. Questo libro è una delle tante testimonianze che negli ultimi tempi si stanno avendo su questo legame della tradizione e dei ricordi al cibo e quindi ai prodotti della terra”.

Intervista all’Assessore Pasquale Tornatore

La giornalista Marcella Sardo in un suo intervento

Al termine della consapevole e appassionata  introduzione di Pasquale Tornatore, ha preso la parola la giornalista Marcella Sardo che ha svolto il suo ruolo di relatrice  con grande scrupolo e professionalità.

“Una delle cose che, di questo libro,  mi ha particolarmente colpito  – ha detto Marcella Sardo – è la sua capacità di adattarsi al lettore. Io l’ho letto da nissena, da siciliana. Quindi quando ho cominciato a leggere i nomi delle tante ricette, mi sono venute in mente tante immagini, di emozioni e hanno risvegliato tutti i miei sensi. Ho anche riflettuto, però, su come si approccerebbe un lettore non siciliano, magari del nord Italia, con delle abitudini completamente diverse e ho pensato che questo è un meraviglioso modo di portare fuori dalla nostra terra, la nostra storia, la nostra cultura e il nostro stile di vita”.

Intervista all’autrice Cinzia Caminiti Nicotra e alla relatrice Marcella Sardo

L’autrice del libro Cinzia Caminiti

A dare vita a un passo del libro, l’attrice Alessia Boscaglia che lo ha letto con la dovuta conoscenza del nostro dialetto, ma anche con l’esperienza dell’attrice.

Quanti di noi hanno scolpito nella memoria il ricordo degli odori della domenica, i pranzi a casa della mamma o della nonna, quell’atmosfera speciale che era un misto tra la convivialità e la festa. Atmosfere, inquinate dai tempi moderni,  che non torneranno più ma di cui, però, a testimonianza di un certo desiderio di ritorno al passato, parliamo sempre più spesso.

 

Commenta su Facebook