Il Notaio Alfredo Grasso, nuovo Presidente del Lions Club, riceve la Campana da Alessandra Dibartolo

773

Sicuramente l’aspettano, probabilmente lo temono. Il cosiddetto  “Passaggio della Campana” che secondo un consolidato cerimoniale simboleggia il passaggio delle consegne dal Presidente uscente a quello subentrante, è un evento programmato. A turno, infatti, i componenti del noto Club Service salgono sul gradino più alto dell’immaginario podio.

Il Notaio Alfredo Grasso

È stato il Notaio Alfredo Grasso, per l’anno sociale 2019 – 2020,  a subentrare alla d.ssa Alessandra Dibartolo, in quell’incarico che potrebbe apparire soltanto come una serie di onori, apparizioni in pubblico, discorsi e applausi ma non è così, o meglio, non è soltanto questo.

Siamo certi che domenica 30 giugno, nella prestigiosa location di Villa Isabella dove si è svolta la cerimonia, Alfredo Grasso che nella foto di copertina appare impenetrabile, ha provato un pizzico di emozione nell’assumere quell’incarico, prestigioso sì, ma anche oneroso. Già, perché appartiene alla logica delle cose che ogni Presidente cerchi di fare il possibile perché il suo operato, naturalmente con l’aiuto dei collaboratori, lasci una traccia del suo passaggio.

Com’è noto, lo scopo primario del famoso Club Service, è quello di adoperarsi affinchè la

Il Presidente uscente Alessandra Dibartolo

collettività  ne riceva un beneficio che, il più delle volte, è diretto alle fasce più deboli. Gli strumenti e i mezzi per perseguire questo nobile obiettivo, sono molteplici ma il più apprezzato, a nostro parere, è costituito dalle rappresentazioni teatrali, solitamente divertenti commedie, in cui i soci si cimentano nei ruoli di cantanti e di attori.

Nessuno di loro lo fa per professione anzi, alla professione tolgono del tempo prezioso per le ripetute prove che hanno lo scopo ultimo di strappare al pubblico quegli applausi che costituiscono la naturale e meritata contropartita a tanto sacrificio.

La Campana e il Martello del Lions

Alfredo Grasso, si avvarrà della collaborazione dell’avv. Giuseppe Giunta nel ruolo di Segretario, del dott. Alfonso La Loggia che avrà l’onere di curare il cerimoniale, del Dr.Calogero Pernaci Tesoriere e del Dott. Antonio Sferlazzo Censore.

Ci prepariamo, dunque, come ogni anno, ad assistere a un crescendo Rossiniano nel concepimento di eventi e spettacoli che Alfredo Grasso, ne siamo certi, progetterà anche  in omaggio agli obiettivi distrettuali e nazionali. Congratulazioni al nuovo Presidente.

 

Commenta su Facebook