“Il messaggio del Papa: nel cuore i fratelli di terre lontane”. Il Cardinale Montenegro al centro d’accoglienza di Pian del Lago

554

“Noi siamo gli edificatori e i testimoni di una pace e di un mondo nuovo. Vi porto le parole di Papa Francesco che mi ha detto, quando incontri i fratelli che provengono da terre lontane, porta loro il mio saluto e dì loro che li porto nel cuore”. Lo ha detto il Cardinale Francesco Montenegro in visita ieri al Centro Polifunzionale per l’immigrazione di Caltanissetta, gestito dalla cooperativa Auxilium.

IMG_5927Ha poi proseguito, “siamo i colori di Dio: sembra che tutto è imbrattato ma Dio, il misericordioso, ci rivelerà il quadro più bello, il suo capolavoro. Il mondo sta cambiando, siamo noi il mondo nuovo perché riusciamo a stare insieme, a stare bene insieme, a lottare ancora per un mondo diverso”.

Una iniziativa che ha visto la partecipazione delle massime autorità civili e militari, del Presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, Rosario Altieri e degli Imam rappresentati rispettivamente le comunità del Pakistan e dell’Afganistan, che hanno visitato la struttura, unica in Italia a possedere al suo interno un CIE e due CARA.

Il Cardinale Montenegro ha avuto parole di apprezzamento per il lavoro svolto dallo staff della cooperativa Auxilium, tributando al Presidente Chiorazzo la capacità di fare squadra integrando e accogliendo. Presente, tra gli altri, alla cerimonia il Prefetto di Caltanissetta, Maria Teresa Cucinotta, che ha dichiarato come l’esempio di solidarietà, mostrato ieri dai gestori del centro, sia la piena espressione dei valori a difesa dei quali si erge la Chiesa, baluardo che tiene vivi i principi fondamentali per la difesa e la crescita della società.IMG_5915

Il Presidente Chiorazzo, nel ringraziare il Cardinale ha definito la sua presenza all’interno del centro polifunzionale per l’immigrazione, “un grande regalo”. Una testimonianza che prosegue quell’impegno nel segno già dal Presule tracciato in occasione di quella visita di Papa Francesco a Lampedusa che, sul delicato tema scosse le coscienze.

Chiorazzo ha sottolineato come all’ interno della struttura convivano in fraterna pace e armonia la religione cristiana e quella musulmana. L’importanza del lavoro svolto dalle cooperative é stata sottolineata dal Presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, Rosario Altieri, che ha dichiarato: “la cooperativa che gestisce questo centro con scrupolo e dedizione é vicina ai bisogni degli immigrati e fa sì che l’accoglienza non sia solo una dichiarazione vuota di significato”. Da parte loro, gli ospiti provenienti da Pakistan, Afghanistan e Nigeria, si sono esibiti in danze e balli e nel corso dei loro interventi hanno manifestato la gioia di essere approdati al porto sicuro che rappresenta l’ Italia e nello specifico la struttura polifunzionale. Con commozione hanno detto “ci sentiamo a casa nostra e questa è la nostra famiglia”. L’ iniziativa si è conclusa con un momento di preghiera recitato dagli Imam e dal Cardinale Montenegro che hanno invocato la pace per una società migliore.

IMG_6038 IMG_5952 IMG_5906 IMG_5873 IMG_5719 IMG_5692 IMG_5655 IMG_5639 _MG_4821 _MG_4787 _MG_4803

Commenta su Facebook