Il Made in Italy passa da Google. Alla Camera di commercio i digital partner delle imprese

1214

Recuperare il gap digitale tra le diverse aree del Paese in modo da arricchire i vantaggi localizzativi dei territori e sostenere lo sviluppo e l’ampliamento del mercato da parte delle filiere e delle reti maggiormente caratterizzanti il made in Italy. È questo lo scopo del progetto “Eccellenze in Digitale” portato avanti dalla Camera di Commercio di Caltanissetta in accordo con Unioncamere nazionale e Google. Per raggiungere tale obiettivo presso l’ente camerale sono già operativi due ‘digitalizzatori’ (Oriana Giuffrè e Emanuele Amodeo) che, insieme con altri 130 tecnici sparsi in tutt’Italia, aiuteranno le imprese locali a soddisfare il loro fabbisogno tecnologico. Più in generale, con tale iniziativa l’ente Camerale punta a migliorare la diffusione della cultura dell’innovazione digitale presso le micro e piccole imprese, attraverso un programma di informazione sulle nuove tecnologie e di sensibilizzazione all’impiego efficiente dei servizi ICT resi disponibili dalla banda larga.

logo madeinitaly«Da un’analisi condotta da Google Trends – commenta Guido Barcellona, Segretario Generale della Camera di Commercio di Caltanissetta – emerge che le ricerche effettuate dagli utenti orientate per i settori tradizionali del Made in Italy sono in crescita costante: +22% nell’ultimo anno su smartphone e tablet. Le imprese italiane che utilizzano gli strumenti digitali per farsi conoscere sono tuttavia ancora molto poche rispetto al bacino d’utenza disponibile».

Si tratta”, prosegue il Segretario Generale della Camera di Commercio “di una politica che si sposa perfettamente con le intenzioni del nuovo presidente nazionale di Unioncamere Ivan Lo Bello che ha posto l’agenda digitale tra le priorità dell’Unioncamere per i prossimi mesi. Internet può e deve essere un mezzo di crescita e le camere di commercio possono svolgere un ruolo di grande rilevanza per la modernizzazione, contribuendo così allo sviluppo della digital economy”.

Nello specifico, il progetto prevede le tre linee di azione: ‘Giovani e promozione delle eccellenze digitali’, ‘Ars Digitalia’ e ‘Formazione sul digitale’.

Gli uffici della Camera, con il supporto dei due “digitalizzatori”, si occuperanno di analizzare il livello di digitalizzazione delle imprese dei settori di riferimento (agroalimentare, artigianato e turismo) operanti nella provincia nissena.

Una volta raccolte le manifestazioni di interesse, si passerà poi a individuare e selezionare le imprese beneficiarie del progetto, implementando e condividendo con esse un programma di lavoro al fine di aiutarle a cogliere le opportunità provenienti dal web.

Grazie a Internet, infatti, aziende di ogni settore e dimensione possono far conoscere i propri prodotti, anche di nicchia, oltre i confini nazionali raggiungendo nuovi mercati e nuovi clienti. Recenti studi dimostrano che, al crescere del livello di maturità digitale, aumenta la percentuale di imprese che fanno export. Maturità digitale ed export hanno un impatto diretto sul fatturato delle imprese: fino al 39% del fatturato da export delle imprese di medie dimensioni che sono attive online è realizzato grazie a Internet.

Maggiori informazioni sul progetto sono disponibili sul sito www.eccellenzedindigitale.it

Commenta su Facebook