Il lockdown della cultura, Italia Nostra Sicilia: “Un teatro non è una sala bingo”

44

Italia, 27 ottobre 2020. Diciamolo: la cosa più triste, più avvilente di questo ultimo dpcm è mettere sullo stesso piano teatri e sale bingo. Per il governo Conte vanno chiusi, gli uni e le altre, perché superflui. Insomma, soltanto “dettagli” di cui gli italiani possono fare a meno. Di certo rischiamo il contagio dieci volte di più in un supermercato che in un teatro. Di certo il teatro – straordinario luogo di creazione e formazione della cultura occidentale – esiste da tremila anni ed è davvero avvilente dover ancora evidenziare, far comprendere che un  teatro non è una sala bingo e che non è meno importante di un supermercato. Chi ha la pretesa di governare un paese come l’Italia, queste cose le dovrebbe sapere benissimo. Ed evitare certi errori.

Prof. Leandro Janni, presidente di Italia Nostra Sicilia

Commenta su Facebook