Il Licata batte la Nissa capolista e accorcia sui biancoscudati

873

(di Vincenzo Di Maria) Il Licata supera soltanto nel finale, con un calcio di rigore, la Nissa facendo suo il derby d’alta classifica tra prima e seconda della classe nella gara valevole per la 17^giornata del campionato di Promozione. 1 a 0 il risultato finale tra Licata e Nissa

Buona cornice di pubblico circa 700 gli spettatori con una discreta rappresentanza di tifosi biancoscudati gemellati con quelli licatesi che prima del fischio d’inizio hanno consegnato due mazzi di fiori ai sostenitori nisseni in ricordo dell’ex presidente della Nissa Savoja,scomparso proprio qualche giorno fa.

Andando alla cronaca un primo tempo che ha visto una leggera supremazia del campo dei padroni di casa con la Nissa abile a chiudere tutti gli spazi neutralizzando gli avanti licatesi ed in particolare il nisseno Venniro in forza ai gialloblù, voglioso di ben figurare davanti alla sua ex squadra. Se qualcuno si aspettava una Nissa rinunciataria, in virtù delle tante assenze per squalifica (Di Maria, Genova, Bognanni e Filingeli), si è dovuto ricredere infatti soprattutto nella ripresa le occasioni più nitide sotto porta sono dei biancoscudati prima con Di Franco servito da Ferraro in profondità la conclusione da fuori viene deviata in angolo da Tilaro; Qualche minuto dopo ci prova Musumeci la conclusione sotto porta a botta sicura viene deviata ancora una volta dell’esterno difensore locale. Nel momento migliore e di massimo sforzo dei ragazzi di mister Cartone arriva la beffa, siamo al minuto 85′, una palla innocua controllata dalla retroguardia nissena si trasforma nella migliore occasione da rete dei licatesi, Venniro ruba palla approfittando di un errore in disimpegno di Ammendola tenta la conclusione a porta sguarnita ma Italiano devia con le mani la sfera proprio sulla linea di porta espulsione e calcio di rigore.

A battere dal dischetto è il neo entrato Grillo che realizza il gol dei tre punti per i padroni di casa. Punti importanti perché consentono ai ragazzi di mister Bellomo di accorciare a -4 dalla capolista Nissa. Parecchia delusione nei volti dei giocatori e in quello di mister Cartone che ha comunque elogiato i suoi per la buona prova messa in campo per tutto l’arco della partita macchiata dall’unico errore che è valsa la sconfitta. Una gara che poteva essere addirittura vinta , forse il pareggio poteva stare stretto ed invece si commenta la seconda sconfitta consecutiva. Nota positiva da segnalare l’applauso dei tifosi biancoscudati riservato ai giocatori a fine partita a dimostrazione che l’ambiente è unito attorno alla squadra e che le due sconfitte sono esclusivamente un incidente di percorso. Domenica al Palmintelli arriva il Ravanusa l’obbligo è quello di ottenere i tre punti, in attesa di conoscere il risultato finale della sfida che vedrà di fronte Canicattì e Licata.

Vincenzo Di Maria

foto (archivio)

Commenta su Facebook