Il killer di Favara fu tra le vittime di pizzo in "Redde Rationem". Imprenditore Baio noto in città.

801

Baio-AntonioIl suo nome è molto conosciuto a Caltanissetta in diversi ambienti. Dall’edilizia, settore in cui ha realizzato numerose opere pubbliche e private alla cronaca, quando fu tra le vittime di richieste di pizzo come accertato nell’operazione Redde Rationem.  Si è chiuso nel silenzio Antonio Baio, imprenditore edile di 72 anni che si è consegnato ai carabinieri dopo aver ucciso a colpi di pistola Calogero Palumbo Piccionello, gestore di diverse sale da gioco e centri scommesse ad Agrigento e in provincia. L’imprenditore edile è molto conosciuto a Caltanissetta e provincia per avere realizzato numerose opere pubbliche e private nel capoluogo.

Negli ultimi 10 anni molte delle opere pubbliche appaltate dal comune di Caltanissetta portano la firma dell’impresa edile Baio costruzioni, che si è poi cimentata nell’edilizia residenziale. Tutt’ora sono numerose le abitazioni ancora in vendita in città da parte della Baio Costruzioni che si è anche specializzata con una divisione immobiliare. Il 72enne imprenditore edile di Favara ha ucciso martedì sera con colpi di pistola a bruciapelo l’imprenditore Piccionello, considerato il re delle sale giochi dell’agrigentino. Ancora mistero, quindi, sul movente.

Commenta su Facebook