Il "giallo" dei fondi alla Scat. Comune aveva già ad aprile soldi da Regione? Il documento.

719

documento Scat“Forse Campisi credeva di avere a che fare con dilettanti”. Questa la frase che circolava sotto traccia stamane a Palazzo del Carmine in occasione della conferenza stampa del Pd in riferimento al nodo del trasporto pubblico locale.

Se è vero, infatti, che ci sono stati i tagli del 20% da parte della Regione, spalmati su tutti gli enti locali che erogano il servizio, non è altrettanto vero, è stato detto, che il comune di Caltanissetta non aveva la certezza delle somme da ricevere, motivo per cui non poteva procedere alle anticipazioni alla Scat, la cooperativa che eroga il servizio urbano. Una posizione che fece scattare lo sciopero e lo stop degli autobus per la grave crisi finanziaria della Scat che non poteva provvedere neanche alla benzina.

Adesso il colpo di scena. Il PD ha diffuso alla stampa la copia del documento, ottenuto a Palermo al termine dell’incontro con il direttore generale del dipartimento Mobilità della Regione, con cui l’assessorato già a metà aprile accreditava somme per quasi 300 mila euro al comune di Caltanissetta.

Questa, fin qui, la posizione del Partito democratico. Si attende, in tal senso, di raccogliere la versione del sindaco Campisi e dell’amministrazione, ma anche del deputato del Movimento 5 Stelle Giancarlo Cancelleri che accompagnò a Palermo Campisi per incontrare l’assessore alle infrastrutture e mobilità, Bartolotta.

Cosa andarono a fare Cancelleri e Campisi da Bartolotta se almeno la prima tranches di pagamenti per il trasporto pèubblico la Regione l’aveva già esitata? e perchè alla luce di tali entrate il comune ha lesinato risorse alla Scat, consentendo che il servizio urbano di trasporto pubblico venisse paralizzato, con grave danno per le fasce deboli?

Commenta su Facebook