“Il Cortile della Sapienza”, dal 4 settembre al via gli incontri culturali nel chiostro di S. Maria degli Angeli

269

Inizia il 4 settembre alle 17,30 la seconda edizione de “Il Cortile della Sapienza”, ciclo di incontri culturali promosso dall’Ufficio Diocesano Cultura, Scuola e Università di cui è direttore padre Alessandro Rovello, con il patrocinio del “Cortile dei Gentili”- Pontificio Consiglio della Cultura, della Sovrintendenza ai Beni Culturali di Caltanissetta, del Comune e del Consorzio Universitario.

Quest’anno la location è il chiostro del Convento di S. Maria degli Angeli, recentemente restaurato, accanto alla chiesa omonima, antico e nuovo spazio di riflessione restituito alla città.

Il nome dell’evento richiama il Cortile come luogo di incontro tra persone diverse, “vicini di casa” che condividono storie e esperienze e insieme ricorda uno dei luoghi importanti nella vita religiosa: all’interno dei monasteri e dei conventi, il cortile/chiostro era un luogo dove camminare insieme, pregando e dialogando, attorno al pozzo da cui la comunità prendeva l’acqua. All’interno del Tempio di Gerusalemme c’era un cortile riservato ai gentili, cioè ai non credenti, dove si poteva vivere un’esperienza di confronto e di amicizia interreligiosa e multiculturale.

Il cortile rappresenta, in questo senso, un luogo di passaggio dalla strada al tempio, dalla vita al culto e viceversa in cui realizzare dei momenti di dialogo autentico, in cui “pensare insieme” attraverso una serie di incontri e confronti tra teologia, arte, poesia, filosofia ed esperienze concrete.

Gli eventi si svolgeranno il 4, l’11, il 18 settembre e il 9 ottobre. Il filo conduttore del percorso di ricerca per il 2020 sarà “Che cosa è l’uomo”: argomento antico e sempre nuovo, di straordinaria attualità in questa fase storica in cui abbiamo riscoperto la bellezza e la fragilità dell’essere umano e dell’ambiente in cui vive.

Nell’incontro del 4 settembre verranno proposti diversi modelli antropologici, in un confronto dinamico tra il mondo della filosofia e della teologia e il mondo del teatro e dell’arte. Relatori don Massimo Naro (docente di Teologia sistematica presso la Facoltà Teologica di Sicilia) ed Aldo Rapè, (autore e regista di teatro). Introduce e modera padre Alessandro Rovello. Intermezzo musicale a cura di Laura Gallo e Dario Carmina.

Nel secondo appuntamento si affronterà la tematica generale con lo sguardo rivolto alla poesia e alla profezia, nel terzo si parlerà di bioetica e filosofia del diritto, nel quarto di esperienze di confine nella nostra società contemporanea. Relatori rispettivamente: don Baldo Reina (docente di Teologia biblica) e prof. Aldo Gerbino (poeta e critico d’arte), don Luca Crapanzano (docente di Antropologia) e prof. Salvatore Amato (docente di Filosofia del diritto), prof. Giuseppina Tumminelli (docente di Sociologia) e don Giuseppe Alessi (cappellano del carcere Malaspina).

Le performances degli artisti Michele Albano, Coro Gospel Seeds of faith, Raul Perna e Francesco Nicolosi accompagneranno le riflessioni dei relatori.

Commenta su Facebook