Il concerto della Corale Alessandro Scarlatti sancisce il successo del Presepe di carta.

1289

DSC_4985Manca ancora un giorno alla chiusura della mostra del Presepe di carta del pittore siciliano Vito D’Anna, e già il numero di visitatori – più di 5400 – appare davvero lusinghiero. Nella splendida cornice della Cappella Maggiore del Seminario Vescovile, mercoledì 7 gennaio, alla presenza del Vicario Generale Mons. Giuseppe La Placa, questo inaspettato successo   è stato festeggiato da un concerto della Corale polifonica mista Alessandro Scarlatti diretta dal maestro Nicolò Caruana. Affollata sino all’inverosimile la preziosa Cappella che non è riuscita a contenere il pubblico presente parte del quale si è dovuto accontentare di seguire il concerto seduto sulle sedie sistemate nel corridoio. Soddisfatti gli organizzatori, con in testa la direttrice del Museo Francesca Fiandaca, che già pensano a come evitare che questo successo rimanga un fatto episodico ma sia una tappa di un cammino lungo, difficile ma affascinante.
Intervista al maestro Nicolò Caruana direttore della Corale Alessandro Scarlatti

“A questo punto abbiamo una responsabilità in più – dice ai nostri microfoni la prof.ssa Francesca Fiandaca –  perchè è chiaro che dobbiamo mantenere  uno standard di qualità elevato e cercare di fare conoscere il Museo alla città. Oggi abbiamo messo un tassello importante che è una meta ma, nello stesso tempo, un inizio”. A conclusione della serata l’Associazione Ducezio, rappresentata dal maestro Lillo De Fraia, ha offerto un assaggio di specialità dolciarie siciliane che, a giudicare dalla velocità con cui sono sparite dal buffet, hanno suscitato un certo “interesse” nel pubblico presente.
Intervista alla prof.ssa Francesca Fiandaca direttrice del Museo Diocesano

 
Nota della Redazione: a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery, per farne uso pubblico, ricordiamo che la legge impone di citare la fonte e, quindi, nel caso specifico “Radio cl1″
Cliccare sulle foto per ingrandirle


 
 
 
 

Commenta su Facebook