Il Comune proroga le scadenze Tari per le famiglie in difficoltà e le attività chiuse dal lockdown

183

Il Comune di Caltanissetta proroga le scadenze per il pagamento della Tari per le utenze domestiche dei soggetti maggiormente colpiti dalla crisi (ovvero quelli in possesso dei requisiti per l’ammissione al bonus sociale) e per le utenze non domestiche di attività commerciali e pubblici esercizi che sono stati sospesi dal lockdown.

“L’emergenza economica attuale derivante dall’epidemia COVID 19 ha colpito famiglie, imprese, artigiani e commercianti che hanno subito la sospensione delle proprie attività per oltre due mesi nell’ambito delle misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale, con gravi e negative ripercussioni sul tessuto socio-economico dell’intero territorio nisseno. L’amministrazione comunale di Caltanissetta, su proposta dell’Assessore ai Tributi Luciana Camizzi, ha voluto fornire un aiuto concreto alla città e nell’ultima seduta di Giunta ha deliberato in data 03/06/2020, per i soggetti maggiormente colpiti dalla crisi, la proroga dei versamenti della TARI in tre soluzioni il 16 settembre, 16 ottobre e 16 novembre senza l’applicazione di sanzioni ed interessi, previa presentazione di una autocertificazione sul portale del contribuente”.

Il provvedimento dunque si rivolge alle utenze domestiche in possesso dei requisiti per l’ammissione al bonus sociale per disagio economico per la fornitura di gas, energia elettrica e servizio idrico, così come definite da ARERA e alle utenze non domestiche le cui attività (di cui ai relativi codici ATECO), sono stati sospesi a causa del lockdown.

“L’iniziativa – puntualizza l’assessore Camizzi – è nata anche su proposta dei consiglieri comunali Tilde Falcone e Oriana Mannella, tramite una mozione presentata i primi di marzo e votata all’unanimità dal consiglio comunale in data 28/05/2020”.

 

Commenta su Facebook