Il commissario straordinario dell’Asp in replica a Ruvolo: “Cardiologia sarà potenziata, il suo solo allarmismo”

536

“La Cardiologia dell’Ospedale S.Elia non sarà declassata, ma anzi potenziata e riorganizzata, insieme all’Emodinamica, in modo adeguato per un DEA di II livello, così come previsto dalla nuova rete ospedaliera in fase di approvazione presso i ministeri competenti”, lo riferisce il Commissario Straordinario dell’ASP di Caltanissetta, Maria Grazia Furnari. “Il mantenimento del DEA di II livello – prosegue il commissario – non è mai stato messo in discussione e questo era già emerso qualche mese fa in occasione dell’incontro ufficiale tra l’Assessore alla Salute, Ruggero Razza ed il sindaco Ruvolo”. Il Commissario Furnari, replicando al sindaco del capoluogo nisseno, ricorda che “la carenza dei medici affligge tutta l’ASP di Caltanissetta, pur essendo comunque un tema diffuso nell’intero territorio nazionale, ed è stata avvertita in Cardiologia negli ultimi giorni a causa di assenze improvvise, ma i turni non sono mai rimasti scoperti grazie alla abnegazione del personale, in particolare di alcuni medici che sono stati aggiunti nei turni di lavoro, e alle manovre riorganizzative della direzione strategica che, insieme all’ufficio preposto, lavora con assiduo impegno alla definizione delle graduatorie per coprire il fabbisogno. In queste ore il Commissario Furnari riferisce di aver dovuto rassicurare più volte l’Assessore Razza che si è costantemente informato sullo sviluppo della situazione d’allarme, dimostrando come sempre grande interesse al buon andamento delle attività dell’ASP. “Sinceramente – conclude Furnari – mi spiace riscontrare un immotivato allarmismo generato dal sindaco di Caltanissetta che non solo non trova alcuna corrispondenza con la realtà, visto che i reparti in questione stanno funzionando con regolarità, ma soprattutto dopo avergli personalmente riferito delle azioni messe in campo per la soluzione delle criticità, non mi sarei aspettata questo attacco. Tutto ciò rischia di spaventare pericolosamente e senza alcuna ragione la cittadinanza nissena”.

Commenta su Facebook