Il Comitato Parco antenna: “Il Sindaco sia veloce nell’attuare la volontà del Consiglio Comunale”

Manca solo un mese alla scadenza per l’apposizione definitiva del nuovo vincolo culturale per l’Antenna Rai di Caltanissetta. La Soprintendenza ha comunicato al Tavolo Congiunto di non avere ancora esperito il completamento delle indagini tecniche sul traliccio perché non ha ricevuto la necessaria provvista finanziaria da parte dell’Assessorato Regionale. La Regione assicura che metterà a disposizione le somme necessarie in sede di approvazione del nuovo bilancio Regionale, ma nel frattempo i giorni scorrono inesorabili e la collettività nissena e siciliana continua a perdere importantissime opportunità di finanziamento offerte dal PNRR per la progettualità che renderebbero l’area dell’antenna una preziosa e formidabile fonte di sviluppo economico, occupazione, progresso culturale e civile per l’intero territorio. A comunicato è il portavoce del Parco Antenna Sant’Anna, l’avvocato Renato Mancuso, insieme all’associazione omonima.

“Il nodo centrale è sempre lo stesso: l’Ente proprietario non è interessato ad alcuna progettualità; vuole cedere l’antenna e la sua area al Comune di Caltanissetta e solo al Comune di Caltanissetta, oppure in alternativa intende demolire l’antenna in quanto non più utile ai propri fini societari. L’Assessore Frangiamone al Tavolo congiunto ha annunciato ufficialmente che RaiWay ha dichiarato in apposita nota formale che intende cedere a titolo gratuito al Comune l’Antenna, ed è disposta a rivedere al ribasso il prezzo di cessione al Comune del terreno e dei fabbricati con le attrezzature ivi presenti. Il Consiglio Comunale ha espresso ripetutamente in deliberazioni

formali, votate all’unanimità, la volontà e la necessità che il Comune proceda all’acquisizione del traliccio, del terreno e dei manufatti. Adesso è il momento di rompere ogni ulteriore indugio”.

Secondo il Comitto il sindaco dovrebbe chiedere formalmente a RaiWay il prezzo definitivo di cessione dell’intera area e procedere ad acquisire immediatamente i beni. “Ciò consentirà di partecipare immediatamente ai bandi pubblici per la valorizzazione e la rifunzionalizzazione dell’antenna e della sua area, nel momento più propizio in cui il Governo Nazionale ha annunciato che il PNRR deve immediatamente servire al fortissimo rilancio economico del meridione

italiano con enormi investimenti”.

Inoltre il Comitato Parco Antenna e l’Associazione Parco Antenna, con i vari partner associativi di cui sono espressione, promuoveranno contestualmente, in pieno appoggio al Comune di Caltanissetta, un apposito “crowfunding”, con il quale attraverso gli strumenti offerti dall’attuale normativa e sotto le garanzie di un Istituto di Credito abilitato, i cittadini e le imprese del territorio sosterranno economicamente le spese di acquisto dell’area.

“Per quanto attiene alla messa in sicurezza dell’antenna ed agli altri interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, il Comune si avvarrà sia degli stanziamenti già decisi da parte della Regione Siciliana e ribaditi nel corso della riunione recentemente tenutasi presso il Dipartimento

Regionale BB.CC., sia dei finanziamenti previsti dal PNRR. Ciò che occorre è un atto di coerenza operativa da parte del Sindaco e dei suoi Assessori. Richiedere immediatamente il prezzo di cessione a RaiWay e agire di conseguenza in ottemperanza alla volontà del Consiglio Comunale. In tale direzione abbiamo presentato ieri sera una formale richiesta al Sindaco, sottoscritta non solo dai Rappresentanti delle Associazioni che compongono il Comitato Parco Antenna Sant’Anna, ma anche da ben tre Capigruppo Consiliari e da diversi cittadini che hanno inteso avvalorare l’urgente

richiesta all’Amministrazione attiva del Comune di Caltanissetta. Chiediamo, dunque, che il Sindaco si muova entro pochissimi giorni assumendo le responsabilità che il Consiglio Comunale gli ha affidato con unanimi manifestazioni di volontà”.

Commenta su Facebook