Il 9 dicembre sciopero dei servizi pubblici, a Caltanissetta presidio in Prefettura

168

Mercoledì 9 dicembre in occasione dello sciopero dei servizi pubblici a Caltanissetta è previsto un presidio davanti la Prefettura dalle ore 10 alle ore 12 organizzato dalle Segreterie Provinciali della FP CGIL , CISL FP , UIL FPL e UIL PA.

“Il rinnovo dei contratti, la salute e la sicurezza nei posti di lavoro, la stabilizzazione di chi da anni svolge un servizio pubblico da precario, sono un diritto per avere servizi pubblici di qualità”, affermano i segretari Rosanna Moncada, Salvatore Parello, Massimiliano Centorbi e Domenico Saporito.

“Scioperiamo non solo per stipendi ma per nuove assunzioni e per una PA più moderna . Chiediamo sicurezza per i lavoratori e gli utenti, visto che mancano ancora adeguati dispositivi di protezione in tutti i luoghi di lavoro. Chiediamo nuove assunzioni e maggiori risorse per rinnovare i contratti che servono ad ammodernare e migliorare l’organizzazione del lavoro e dei servizi e ad offrire a tutte le lavoratrici e ai lavoratori le giuste opportunità di sviluppo professionale”.

L’emergenza pandemica ha riportato drammaticamente all’attenzione di cittadini e di utenti i danni causati dalla politica dei tagli lineari alla spesa pubblica portata avanti negli anni passati che ha originato carenze di organico nel personale sanitario e in quello delle altre Pubbliche Amministrazioni, oltre a gravi mancanze di risorse strumentali.

“Noi lottiamo per un Paese più giusto e più moderno e per le tutele dei lavoratori pubblici. Giorno 9 dicembre sciopereremo garantendo i servizi indispensabili, quegli stessi servizi che i lavoratori pubblici hanno garantito senza mai fermarsi durante il lockdown, lavorando in prima linea per garantire la salute, l’assistenza ai cittadini rischiando la loro stessa salute. Ora è giunto il momento di lottare per loro perché hanno bisogno di sicurezza, assunzioni e di un contratto equo e dignitoso”.

Commenta su Facebook