I vandali lasciano una scia di danni. Indisturbati da corso Umberto a via Xiboli

823

Potrebbero venire dalle telecamere gli indizi più importanti per risalire agli autori del raid vandalico perpetrato la notte scorsa da quattro individui in centro storico.
Cassonetti della spazzatura capovolti, macchine danneggiate a pedate o a pietrate, specchietti divelti. Un campionario di danneggiamenti che appare inquietante visto che i vandali hanno agito partendo da Piazza Calatafimi, all’altezza della biblioteca comunale, per dirigersi da corso Umberto in corso Vittorio fino in via Xiboli, lasciando una scia di danni ad automobili in sosta, cassonetti della spazzatura. Lo hanno fatto a piedi ed hanno avuto tutto il tempo di farlo.
Adesso al vaglio di Polizia e Carabinieri che hanno raccolto alcune denunce dei proprietari di automobili danneggiate potrebbero finire le immagini di innumerevoli telecamere di sorveglianza disseminate nel percorso dei vandali. Tra queste anche la potente telecamera della Polizia Municipale che riprende l’intera area di corso Umberto da piazza Garibaldi fino alla statua di Umberto I.
Una telecamera ad alta definizione a cui si aggiungono le immagini che potrebbero essere prelevate dai server degli impianti di videosorveglianza di istituti di credito, di Palazzo del Carmine e della Camera di Commercio.

Commenta su Facebook