I sedili aggiunti in modo artigianale. La Polizia stradale ferma autobus in partenza per la gita scolastica

576

Un pullman modificato per portare in gita gli studenti. E’ quanto accertato da una pattuglia della Polizia stradale che stamane ha controllato l’autobus noleggiato da una scuola nissena per una gita scolastica. “Presentava delle gravi modifiche alle caratteristiche costruttive e funzionali del mezzo che avrebbero potuto mettere in pericolo i passeggeri”, fa sapere la Stradale. Nello specifico presentava dei posti a sedere in più rispetto a quelli indicati sui documenti di circolazione. I sedili erano stati montati artigianalmente, privi degli ancoraggi per le cinture di sicurezza.

I poliziotti hanno ritirato la carta di circolazione del veicolo e fermato il bus. La ditta di trasporto interessata ha dovuto rimediare sistemando gli alunni in altri pullman. La gita scolastica dopo le contestazioni è partita in orario e in piena sicurezza. La Polizia Stradale da alcuni anni ha avviato una proficua collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, al fine di assicurare alle istituzioni scolastiche che ne fanno richiesta, un servizio di controllo sia prima della partenza che in itinere sui mezzi di trasporto dedicati alle visite d’istruzione. In tale contesto risultano essenziali le intese che la Polizia Stradale nissena ha avuto con gli istituti scolastici locali per un’efficace programmazione dell’attività di controllo. Affinché tutti i viaggi continuino ad essere confortevoli e sicuri, un ruolo cruciale è rivestito dai controlli che l’organo di polizia stradale effettua sui mezzi di trasporto dedicati alle visite d’istruzione, anche in occasione della normale attività di vigilanza stradale.

Commenta su Facebook